trans
|

Trump dice no ai trans nell’esercito, il movimento Lgbt scende in piazza | FOTO

L’annuncio del presidente Donald Trump di vietare l’ingresso nelle forze armate ai transgender ha innescato una serie di proteste negli Stati Uniti. Centinaia di persone si sono radunate davanti ad una stazione di reclutamento militare a New York e sono scese in strada in una delle piazze simbolo del movimento gay di San Francisco per manifestare contro la decisione.

NO AI TRANS NELL’ESERCITO, PROTESTE A NEW YORK E SAN FRANCISCO

«Resist», si legge su numerosi cartelli esposti dai manifestanti davanti ad una stazione militare a Times Square, nel cuore di Manhattan. E in centinaia si sono dati appuntamento nella piazza di San Francisco dedicata ad Harvey Milk, icona e simbolo della lotta per i diritti omosessuali. Hanno sventolato bandiere rosa e blu cantando «alziamoci e combattiamo».

 

 

NO AI TRANS NELL’ESERCITO, ANNUNCIO DI TRUMP SU TWITTER

La decisione di escludere dall’esercito Usa tutti i transessuali è stata annunciata ieri dal presidente Trump con un messaggio su Twitter. «Non saranno più accolti né accettati in alcun rango militare. Rappresentano costi tremendi e sfacelo», ha scritto l’inquilino della Casa Bianca. Parole che hanno sorpreso perfino il Pentagono. Il segretario alla Difesa Jim Mattis recentemente aveva chiesto di allungare di altri 6 mesi lo studio del via libera ai transgender, introdotto da Obama nel 2016, per verificarne l’impatto sulle truppe. Ma era difficile immaginare che si sarebbe giunti alla rimozione autoritaria di migliaia di militari trans.

NO AI TRANS NELL’ESERCITO, VERSO I RICORSI

I transessuali nell’esercito americano sarebbero circa 6.600 su complessivi 1,3 milioni di militari. Ora i democratici sono sul piede di guerra. I gruppi Lgbt già minacciano ricorsi in tribunale. Ma come viene giustificata la scelta di Trump? Il presidente punta il dito sulle spese della Difesa per operazioni e cure cui si sottopongono i militari per cambiare sesso ma anche «sull’integrità » dell’esercito, che verrebbe minacciata. Per quanto riguarda la spesa sanitaria del Pentagono dedicata ai militari trans le cifre restano comunque molto basse: 8,4 milioni all’anno.

(Foto di copertina da archivio Ansa. Credit: Michael Nigro / Pacific Press via ZUMA Wire)