|

Top e Flop del calciomercato – 24 luglio

Anche questa settimana il calciomercato ha offerto i suoi migliori e i suoi peggiori. Li abbiamo presi in cambio di Rincon come contropartita.

TOP

MATTIA DE SCIGLIO
Allegri ha fortemente voluto il terzino alla Juventus perché lo ha allenato in passato e lo conosce bene. Montella lo ha lasciato andare senza pensarci tanto perché lo ha allenato recentemente e lo conosce meglio.

FEDERICO BERNARDESCHI
L’ex numero dieci della Fiorentina sta provando a ripercorrere le orme del grande Roberto Baggio. Quindi al prossimo mondiale se fossimo Ventura eviteremmo di fargli battere i rigori.

ALEKSANDAR KOLAROV
In un calcio troppo legato ai campanilismi, l’esterno serbo regala una lezione di sport a tifosi e addetti ai lavori, passando all’altra sponda del Tevere. E ora sono cazzi suoi.

ANTONIO BARRECA
I tifosi del Torino espongono uno striscione per convincere il giovane difensore a restare in granata: “Guarda che nelle squadre forti giocano quelli bravi”.

FLOP

PATRIK SCHICK
Il talentuoso attaccante ceco prima non passa le visite mediche con la Juventus per un problema al cuore, poi viene accostato all’Inter. Per verificare se regge.

DODÒ
La Sampdoria vorrebbe mandare il terzino sinistro nuovamente in Brasile. O almeno quella è la destinazione che gli ha riferito il suo agente.

CARLOS BACCA
L’ex bomber del Siviglia non riesce a trovare squadra nonostante sia ormai uscito dal progetto del Milan. Non appena il Milan ha iniziato ad averne uno.

TOMAS RINCON
In questa sessione del calciomercato Marotta sta cercando di inserire in tutte le sue trattative il centrocampista venezuelano, tanto che il suo soprannome è diventato “el conguaglio”.