Frasi Lady D
|

L’ultima telefonata di Lady D «troppo breve» raccontata dai figli William e Harry

A 20 anni dalla sua scomparsa non è svanito l’interesse per la vita della principessa Diana, per i suoi interessi privati, le sue relazioni, gli attimi vissuti prima dell’incidente mortale sotto il tunnel del Pont de l’Alma a Parigi. I figli William e Harry, in un documentario che andrà in onda stasera sull’emittente televisiva privata Itv («Diana, Our Mother and her Life and Legacy»), hanno ricordato l’ultima telefonata con la madre. Lady D chiamò i suoi ragazzi poche ore prima della tragedia. Era in compagnia del fidanzato Dodi al-Fayed nella capitale francese in una tappa non programmata del loro ritorno dalle vacanze nel Mediterraneo. William e Harry, che allora avevano 15 e 12 anni, si trovavano invece a Balmoral, castello scozzese dove trascorrevano le vacanze con il padre Carlo e la regina Elisabetta. La chiamata fu breve. E i due si dolgono oggi di non aver parlato di più.

WILLIAM E HARRY RACCONTANO L’ULTIMA TELEFONATA DI LADY D

«Se avessi saputo che cosa stava per accadere non avrei trovato interessante nessun’altra cosa», ha dichiarato William, che dice di ricordare anche il contenuto della conversazione ma preferisce non divulgarlo. «Mio fratello e io – è il racconto del primogenito – avevamo una fretta terribile di salutarla e tornare ai nostri giochi con i cugini. Avessi saputo cosa sarebbe accaduto, non sarei stato così sbrigativo». Dunque, il gioco con i cugini prevalse e Diana al telefono sentì al telefono un frettoloso «Ciao ciao, sì ci sentiamo». «Non posso ricordare esattamente cosa mi disse, ma rimpiangerò per tutta la vita quanto corta è stata quella telefonata», ha detto Harry.

 

LEGGI ANCHE > Tinto Brass: «A 84 anni sposo Caterina: staccherà la spina quando sarò in condizione irreversibile»

 

Harry ha raccontato anche di aver pianto soltanto due volte per quello che è successo a sua madre, una volta il giorno del funerale. Ma «non c’è giorno in cui non pensiamo a lei», dice William. Che fa sapere anche: «Non parleremo mai più apertamente di nostra madre. Lo facciamo ora sperando che questo film fornisca la versione di chi la conosceva da vicino e vuole proteggerne la memoria, per ricordare che tipo di persona era».

Nel documentario William e Harry raccontano anche diversi aneddoti della principessa. «Veniva a vederci giocare a pallone e ci nascondeva le caramelle nei calzini». E la descrivono come irriverente: «Ci diceva che potevamo comportarci da discoli quanto volevamo: l’importante era non farsi scoprire», è il ricordo di Harry. William un giorno trovò a casa in salotto le top model Cindy Crawford, Naomi Campbell e Christu Turlington: «Ero dodicenne e avevo i loro manifesti appesi in camera. Ero  emozionato, arrossì, per poco non sono inciampato sulle scale andando di sopra».

(Foto: ANSA / TORSTEN BLACKWOOD)

TAG: Lady Diana