Bruno Barbieri
|

La «frittata» di chef Bruno Barbieri: truffato per 30mila euro

A volte, la sintesi può essere una brutta nemica. Specialmente quando si parla di soldi. E così, lo chef Bruno Barbieri, storico giudice di Masterchef, è stato vittima di una truffa che ha preso di mira proprio il suo stile piuttosto «stringato» di chiedere il conto. Un raggiro da 30mila euro che, tuttavia, è stato subito scoperto dal pubblico ministero di Torino Andrea Paladino.

LEGGI ANCHE > Masterchef e il giallo dei tre finalisti svelati sui social

LA TRUFFA AI DANNI DI BRUNO BARBIERI

Ecco i fatti. Solitamente, Bruno Barbieri ha l’abitudine di disporre bonifici alla direttrice della sua banca con stringate email dove indica solo il conto e il beneficiario. Nello scorso febbraio, la stessa direttrice aveva ricevuto dall’indirizzo mail dello chef una richiesta di bonifico con i dati della 33enne nigeriana che ha messo in piedi la truffa. Tutto regolare, secondo la direttrice, che ha disposto il pagamento.

Quando però, qualche ora dopo, è arrivata un’altra richiesta da 40mila euro, la direttrice stessa si è insospettita e ha contattato Barbieri. Lo chef è caduto dalle nuvole e ha negato di aver fatto entrambe le richieste. A quel punto, sono scattati i controlli e il magistrato è riuscito a risalire all’identità della ragazza che, nel frattempo, aveva già fatto sette prelievi da sette diverse filiali delle Poste, ripresa anche dalle telecamere di sorveglianza.

LA CONCLUSIONE DELLA VICENDA DELLA TRUFFA A BRUNO BARBIERI

La donna, poi, era addirittura fuggita in Gran Bretagna, ma i suoi avvocati l’hanno convinta a rientrare in Italia, dove è stata arrestata con l’accusa di riciclaggio. Secondo gli inquirenti, dietro di lei potrebbero esserci altri organizzatori di truffe più esperti. Tutto è bene quel che finisce bene, ma la troppa fiducia di Barbieri stava rischiando di fargli fare una vera e propria frittata. A tre stelle.