Ermes Maiolica
|

Ermes Maiolica cancellato da Facebook per errore

Update: Ermes Maiolica ci ha comunicato che non è più stato cancellato da Facebook come è sembrato per alcune ore. Ecco l’email che gli inviato il social media dopo la segnalazione della rimozione del suo profilo.

Ciao Ermes,

A quanto pare il tuo account è stato sospeso per errore. Mi scuso per l’inconveniente. Ora dovresti essere in grado di accedervi. Se riscontri altri problemi con l’accesso al tuo account, non esitare a contattarmi.

Ermes Maiolica è stato cancellato da Facebook. Il profilo del re delle fake news, utilizzato da Leonardo Piastrella, geniale inventore di fake news di Terni, non si trova più sul social network di Mark Zuckerberg. Lo ha comunicato lo stesso Leonardo Piastrella sul suo nuovo profilo Facebook, che corrisponde a una delle policy del social media, l’utilizzo del vero nome e non di un nickname che nasconda un’altra identità. L’operaio ternano, che ha creato alcune delle fake news più famose sul web italiano – il no di Agnese Landini al referendum costituzionale, gli insulti di Umberto Eco – già morto . a chi votava no, le Volkswagen Golf regalate per San Valentino, e così via – ha motivato in questo modo la cancellazione di Ermes Maiolica da Facebook. «Il profilo Ermes Maiolica è stato ufficialmente eliminato, non esiste più e mai più mi sarà ridato. La cosa piu triste é che è stato disabilitato senza motivo. Tutto è iniziato quando Renzi ha perso il referendum e Donald Trump ha vinto le elezioni, questa crisi della rappresentanza presentata sempre nel vuoto totale delle interpretazioni è stata motivata dalla moda della Post-verità, causa della crisi della democrazia, della perdita di senso critico delle coscienze e anche del buco dell’ozono».

ERMES MAIOLICA CANCELLATO DA FACEBOOK

Leonardo Piastrella era già stato sanzionato da Facebook, con una sospensione del profilo di Ermes Maiolica per tre mesi in quanto diffusore di fake news, benché ampiamente dichiarate e  create senza alcun ritorno economico. «Essere conosciuto come troll però non è proprio come essere una rock star, ho subito pressioni politiche, da utenti indignati, da giornalisti professionisti e dallo stesso Facebook, che mi ha bloccato il profilo per 3 mesi di fila tacciandolo di “presunta attività illecita”, quando me la ho restituito non era più visualizzato come prima, i miei post non venivano più letti, per questo ho lasciato da parte Ermes e ho attivato questo profilo».

LEGGI ANCHE > PERCHÉ ABBIAMO DECISO DI FAR MORIRE ERMES MAIOLICA

Leonardo Piastrella rimarca come come il profilo però non fosse un fake, ma il suo personale, utilizzato sin dall’inizio della sua iscrizione a Facebook.  «Ieri sera si è deciso di cancellare definitivamente Ermes Maiolica per “attività criminosa”. Vorrei ricordare che mi chiamano tutti Ermes da sempre, compresa la mia compagna, e che Ermes Maiolica non è una pagina creata ad hoc per diffondere bufale ma il mio profilo sin da quando mi sono iscritto a facebook con l’intento di pubblicizzare le mie T-shirt. Le bufale sono state un esperimento senza fini economici né istituzionali, a questa esperienza surrealista chissà quale altra l’immaginario di Ermes darà attuazione, sempre per puro e giocoso divertimento, ma io continuerò ad essere Ermes. Ditemi se è giusto cancellare la mia identità con tutti ricordi e le foto per colpa di un periodo di notorietà che a fb risulta scomodo…». Ermes Maiolica è un amico della nostra testata, con lui avevamo organizzato il pesce d’aprile della sua scomparsa alcuni mesi fa. Ci sembra una decisione molto grave, e sinceramente immotivata, che speriamo possa esser cambiata da Facebook.