Juventus
|

La corsa dei parlamentari per i francobolli «Le6end» della Juventus, e domande solo su Bonucci

La Juventus è stata festeggiata in Parlamento, con un incontro organizzato dal fan club, di gran lunga il più numeroso, formato da deputati e senatori bianconeri. Alla festa, organizzata per celebrare il sesto scudetto consecutivo vinto dalla Juve nell’ultima stagione calcistica, erano presenti almeno un centinaio di parlamentari, che hanno assistito al discorso del presidente Andrea Agnelli. Il Fatto Quotidiano e La Repubblica ricostruiscono lo svolgimento della festa, rimarcando due elementi in particolare. Il primo è stata la corsa dei parlamentari presenti per conquistare gli ambiti francobolli celebrativi del sesto scudetto, con la scritta «Le6end» per sottolineare l’eccezionale impresa sportiva dei sei campionati vinti consecutivamente, come mai successo in precedenza nella storia el calcio italiano. Il secondo sono le continue domande rivolte all’amministratore delegato Beppe Marotta sul caso Bonucci. Ogni classica questione sul calciomercato – a cui l’AD ha risposto dando anche qualche notizia, come l’acquisto pressoché certo di Federico Bernardeschi dalla Fiorentina, era intervallata da interrogativi sulla cessione del difensore al Milan. Su Bonucci però la Juve ha deciso di non parlare più, dopo aver salutato in modo cordiale e riconoscente sul suo sito, con un comunicato ufficiale, e con video celebrativi delle imprese sportive del giocatore sui social media bianconeri. Nessuna nuova informazione è quindi arrivata sui retroscena dell’addio di Leonardo Bonucci, né ovviamente su quanto successo nello spogliatoio di Cardiff, a parte una generica affermazione di Beppe Marotta sul fatto che i campioni possano lasciare la Juventus, ma che la società resti.

Foto copertina: ANSA/CLAUDIO PERI