Antonio Cassano
|

Antonio Cassano annuncia il ritiro, poi ci ripensa. I tifosi lo insultano sul web

Dal ritiro pre campionato al ritiro dal mondo del calcio. Antonio Cassano stava per lasciare l’Hellas Verona e mettere fine alla sua carriera, esattamente dopo otto giorni dalla firma del contratto. Ma il talento di Bari Vecchia, nel corso di una conferenza stampa questo pomeriggio alle 16, ha annunciato la sua marcia indietro: «Continuo in questo club – ha detto il calciatore – e non smetterò al 100%. Stamattina ho solo avuto un momento di debolezza».

LEGGI ANCHE > Anche Antonio Cassano nel calderone dei colpevoli

RITIRO CASSANO: LA DECISIONE A SORPRESA

Si tratta soltanto dell’ultima «cassanata», una delle tante azioni incredibili messe in piedi dallo stesso attaccante che, nel corso della sua vita da sportivo, non è mai stato banale e ha sempre riservato dei colpi a sorpresa. Quest’ultimo, però, sembra essere un gesto imperdonabile: Cassano ha prima illuso i tifosi dell’Hellas Verona – che lo avevano accolto a braccia aperte – e poi li stava per lasciare a piedi, privandoli delle sue giocate fantasiose.

L’idea del ritiro di Cassano, dopo la firma sul contratto e dopo che per tutta la seconda parte della scorsa stagione aveva insistito tanto per trovare una squadra che lo tesserasse, non era piaciuto al popolo del web che, in questi minuti, si sta già scatenando. Su Twitter, in modo particolare, il ritiro di Cassano è stato accolto da una vera e propria ondata di commenti e di insulti.

RITIRO CASSANO, GLI INSULTI SU TWITTER

Fioccano le definizioni di «pagliaccio», di «persona poco seria», unite a quelle più tipicamente veronesi di «saugo» (con tanto di esaltazione della produttività del nord-est – «qui si lavora» – nei confronti del resto d’Italia). C’è chi si è dichiarato ormai stanco delle ultime «pazzie» di Cassano e chi lo definisce «il più grande imbecille della storia italiana». Per non parlare di quelli che si chiedono se la nostalgia di casa non fosse più che altro «nostalgia di lasagne e play-station». Un coro abbastanza unanime, ma dopo una decisione del genere c’era decisamente da aspettarselo.

(FOTO da pagina Facebook dell’Hellas Verona)