vaccini
|

Vaccini, Burioni blasta il campione di pallanuoto

Anche la Nazionale di pallanuoto viene trascinata nel grande dibattito in corso nel nostro Paese sui vaccini e in particolare sulle vaccinazioni obbligatorie previste dal decreto Lorenzin. È di ieri la notizia che sono tre i pallanuotisti azzurri convocati per i Mondiali di Budapest costretti a rinunciare alla competizione dopo essersi ammalati di morbillo. Nei giorni scorsi la malattia infettiva aveva fermato l’attaccante Valentino Gallo. Ieri si sono aggiunti altri due atleti, scoperti grazie ai controlli della Fin (Federazione Italiana Nuoto): Marco Del Lungo e Alessandro Velotto, prontamente sostituiti dal commissario tecnico Alessandro Campagna.

 

 

VACCINI, BURIONI BLASTA UN NAZIONALE DI PALLANUOTO

Sui social ha commentato il caso anche il medico Roberto Burioni, paladino pro-vaccini. Rispondendo al tweet del difensore della Nazionale Niccolò Gitto («Ne abbiamo passate di cotte e di crude. Ora la squadra è fatta e daremo tutto anche per voi!») il microbiologo ha scritto: «Magari per le Olimpiadi vaccinateli così non avremo problemi». Ma Burioni non ha evitato frecciate al mondo della politica, e in particolare alla senatrice di Articolo 1 Mdp Nerina Dirindin e ad altri colleghi che sulle vaccinazioni obbligatorie condividono le sue stesse posizioni. «Tranquilli – ha scritto su Facebook – la Dirindin e altri senatori dicono che non c’è nessuna emergenza morbillo. Stiamo facendo una figura da cavernicoli di fronte a tutto il mondo».

 

LEGGI ANCHE > BERLUSCONI SI SCHIERA A FAVORE DEL DECRETO LORENZIN E IL POPOLO DI FORZA ITALIA SI RIBELLA

 

VACCINI, BURIONI LANCIA FRECCIATE ALLA SENATRICE DIRINDIN

Nelle ultime settimane Dirindin si è fatta promotrice di un disegno di legge che punta a tenere alta la copertura vaccinale senza l’obbligo previsto dal decreto Lorenzin. «Non ci sono evidenze scientifiche che la sola obbligatorietà aiuti ad aumentare la copertura vaccinale», ha dichiarato. La sua proposta prevede incentivi all’adesione consapevole delle famiglie, l’ampliamento degli orari di lavoro degli operatori dei servizi vaccinali, formazione dei medici e la garanzia della gratuità delle vaccinazioni.

(Foto: un pallanuotista della Nazionale in azione. Credit: Paola Visone / Pacific Press via ZUMA Wire. Fonte. archivio Ansa)

TAG: Vaccini