baleari
|

Le Baleari chiedono aiuto per vietare l’alcol ai turisti

Niente più alcol sui voli e in aeroporto: le Isole Baleari chiedono aiuto all’Unione Europea e alla Spagna per difendersi dal «turismo anti-sociale». Da Ibiza a Maiorca, le Isole Baleari sono diventate la meta prediletta di giovani da tutta Europa in cerca di divertimento sfrenato, che sempre più spesso si spinge troppo oltre.
La richiesta d’aiuto – spiega il Guardian – arriva infatti dopo i recenti episodi di risse tra ubriachi e di stravaganti comportamenti sessuali sui voli diretti nell’arcipelago iberico. Il Manchester Evening News, ad esempio, ha riferito che lo scorso maggio la polizia spagnola è dovuta salire su un volo Ryanair a Palma, per portar via tre ragazzi ubriachi. È stato pubblicato anche un video dell’ovazione che gli altri passeggeri hanno riservato ai poliziotti intervenuti.
Ci sono stati anche voli deviati, a causa dei passeggeri ubriachi. Ogni anno ci sono milioni di turisti che sbarcano alle Isole Baleari: se un tempo erano giovani in cerca di sole e divertimento con un budget limitato, oggi sono sempre più spesso persone in cerca di eccesso, per una vacanza all’insegna di «sesso, droga e dj set».

BALEARI, NIENTE ALCOL SUI VOLI DIRETTI NELL’ARCIPELAGO

Quello che ora il governo delle Isole Baleari vuole contrastare è la festa che inizia ancora prima di mettere piede sull’isola. «Chiediamo al governo centrale e alla Commissione europea di vietare il consumo di bevande alcoliche sui voli e in aeroporto», ha spiegato Pilar Carbonell, ministro del turismo delle Isole Baleari, «per garantire la sicurezza e contrastare il turismo antisociale».
Non è chiaro – precisa il Guardian – se la richiesta sia quella di vietare l’alcol in tutti i voli europei o solo su quelli diretti alle Baleari.
«L’obiettivo della misura è aumentare il livello di sicurezza dei passeggeri e allo stesso tempo quello delle autorità presenti sugli aerei e nei nostri aeroporti, che spesso hanno a che fare con passeggeri ubriachi».

TAG: Ibiza