marito picchia moglie
|

Violenza contro le donne: le applicazioni da scaricare sullo smartphone per difendersi

L’era digitale permette di utilizzare alcuni strumenti utili in caso di necessità. Ecco perché sono state sviluppate alcune applicazioni da scaricare sul cellulare al fine di ricevere un supporto per ogni evenienza: contattare rapidamente i soccorsi, ricevere un sostegno, attingere informazioni legali, consigli utili oppure conoscere la lista dei centri antiviolenza presenti in zona. Insomma, un modo semplice di prevenzione e autotutela che può rivelarsi l’alleato decisivo in caso di abusi o maltrattamenti.

In questo breve elenco racchiudiamo alcune delle applicazioni più utilizzate in Italia, al fine di contrastare e prevenire i fenomeni di aggressione, specie nelle mura domestiche.

SIAMO SICURE! – App italianissima patrocinata dal Telefono Rosa, è semplicissima da utilizzare per l’interfaccia, strutturata in quattro sezioni. Premendo il tasto rosso, si attiva l’allarme e la torcia; per la chiamata d’emergenza, basta premere su quello azzurro. Il collegamento tra l’invio di un sms di richiesta di aiuto e la condivisione della posizione geografica è possibile attraverso il tasto arancione. In ultimo, il viola permette di consultare la lista dei comportamenti consigliati e delle reazioni in caso di allarme.

WHERE ARE U? – di origine lombarda, si è diffusa in modo capillare nel giro di pochi mesi. La funzione principale è quella di contattare il 112 inviando la propria posizione.

SECURWOMAN – In caso di evenienza, scuotendo lo smartphone si invia direttamente una segnalazione alla centrale operativa. Quest’ultima, prima di chiamare le forze dell’ordine condividendo le coordinate geografiche, prova a mettersi in contatto con l’utente interessato. L’applicazione è a pagamento.

STALKING BUSTER – Telefonate e messaggi al numero unico europeo per le emergenze. La funzione “Sos Stk” mette in contatto l’utente con il numero di emergenza antistalking impostato secondo le preferenze individuali, come il 1522 del dipartimento per le Pari opportunità. “Sos Sms” permette di condividere la posizione esatta della persona sulla mappa.

SHAW – L’applicazione è disposta con due funzioni di chiamata al 112 oppure al 1522. Inoltre fornisce informazioni specifiche sullo stalking, con elementi legali di riferimento.

 

(foto ANSA)