|

CasaPound a caccia degli ambulanti stranieri sulle spiagge di Ostia | VIDEO

«Abbiamo cacciato i venditori abusivi dalle spiagge libere di Ostia», annuncia su Facebook Luca Marsella, il responsabile di CasaPoundItalia per il litorale romano.

Il VIDEO DELLE RONDE DI CASAPOUND CONTRO I VENDITORI ABUSIVI A OSTIA

Insieme al post è stato pubblicato il video delle ronde: con tanto di pettorine rosse con su scritto «CasaPoundItalia», una quindicina di «fascisti del terzo millennio» – come si definiscono – ha girato per la battigia, intimando ai venditori ambulanti stranieri di allontanarsi.

«Ormai vendono di tutto, anche bevande e generi alimentari, facendo concorrenza sleale ai legittimi concessionari delle strutture che invece sono sovente tartassati da controlli di vigili», spiega Marsella, che compare nel video alla guida del gruppo «caccia migranti».

«Ci hanno chiamato in questi giorni i gestori dei chioschi e i bagnanti, per lamentarsi della presenza di tantissimi ambulanti, che ormai vendono anche bevande e generi alimentari», spiega il responsabile di CasaPoundOstia nel video, in cui punta il dito contro l’amministrazione a 5 Stelle, che «sta devastando questo territorio e vuole svenderlo».

LA CORSA DI CASAPOUND PER IL MUNICIPIO DI OSTIA

Un’azione che il leader di estrema destra definisce «simbolica», senza nascondere la chiara finalità elettorale, in vista delle probabili elezioni del prossimo autunno: «Ci candidiamo al Municipio anche per rilanciare questo territorio, proprio dal punto di vista del turismo e imprenditoriale», spiega Marsella, che conclude il filmato al grido: «Ostia non merita di morire sotto i colpi del M5S e di questo commissariamento!»

La commissione prefettizia di Domenico Vulpiani, nominato nell’estate 2015 dall’allora sindaco Ignazio Marino, dovrebbe concludersi il prossimo 27 agosto e allora – salvo ulteriori proroghe – saranno indette le elezione del X Municipio, quello di Ostia.

Casa Pound è in prima linea per la nuova tornata elettorale e accusa l’amministrazione grillina di Virginia Raggi e il commissario Vulpiani di aver abbandonato il lido romano nel degrado, installando dei bagni chimici sul lungomare, che «nascondono il panorama delle spiagge ai passanti e tra qualche giorno puzzeranno».

LEGGI ANCHE > NINA MORIC SI SCONTRA CON SALUTA ANDONIO SU FACEBOOK

Dura la reazione dell’ex capogruppo di Sel in Campidoglio, Gianluca Peciola, che in una nota se la prende sia con CasaPound che con il M5S: «Il Movimento 5 Stelle aveva promesso ordine e legalità. Roma è il far west e ora ci tocca pure vedere le immagini della caccia ai migranti sulle spiagge di Ostia da parte di CasaPound. Indisturbati e tracotanti. Vigliacchi sempre duri con i più deboli».

«La destra estrema continua a scorrazzare liberamente nel litorale romano. Mi chiedo che cosa aspetti il Ministero dell’Interno a prendere provvedimenti nei confronti di questi gruppi neofascisti, di fronte all’espandersi delle azioni di intimidazione e di violenza», conclude Peciola.

Foto copertina: profilo Facebook di CasaPound Ostia

TAG: Casapound