programma salute m5s
|

Il programma per la Salute del M5S con il silenzio sui vaccini

Qualcuno potrebbe interpretarlo come una vera e propria dichiarazione di guerra alle case farmaceutiche. Il piano per la Salute del Movimento 5 Stelle (presentazione oggi alla Camera) contiene linee programmatiche che puntano a cambiare sostanzialmente, in maniera piuttosto radicale, il sistema della vendita dei farmaci e dell’informazione ai cittadini.

 

LEGGI ANCHE > LEGA E M5S PIÙ VICINI, MATTEO SALVINI: «L’INTESA DOPO IL VOTO È POSSIBILE»

 

PROGRAMMA SALUTE M5S E SILENZIO SUI VACCINI

Il programma è stato votato a giugno sulla piattaforma Rousseau da circa 19.500 attivisti e prevede, tra i punti chiave, la promozione dell’uso dei farmaci generici, una maggiore informazione sulla salute e sui limiti della prevenzione (che il M5S considera legata a logiche commerciali), carriere separate per i medici tra pubblico e privato, liste di attesa pubbliche e online e istituzione di centri unici di prenotazione online, e anche il divieto di dare incentivi economici agli informatori scientifici per la vendita di farmaci. Nessuna parola, inoltre, sul tema caldo di queste settimane: i vaccini. Ne parla Giampiero Timossi su Libero. Di riferimenti alle vaccinazioni nel piano Salute M5S nemmeno l’ombra, né ora né nel programma originario:

No, a guardare bene l’ombra di un «vaccino» non è neppure presente nella piattaforma iniziale del programma pentastellato, quella piattaforma programmatica che si può ancora scaricare dal «pdf» del blog di Beppe Grillo e che alla salute dedicava tre paginette, con un margine così ampio da far invidia al primo libro di Antonio Di Pietro, una pietra miliare della letteratura fatta più di spazi bianchi che punti neri. Eppure sulla vaccinazioni e sui loro «presunti» rischi, sulle lobby che gestiscono i vaccini, Grillo e la sua ciurma hanno fatto mesi di campagne capaci di terrorizzare tutto e tutti, seguite da frenate e scivoloni impareggiabili. Sono andati avanti così per mesi.

(Foto: ANSA / ETTORE FERRARI)

TAG: Vaccini