|

I 5 stelle si mettono a vendere cose

Tappettini per il mouse, cover per smartphone. Ma anche magliette: come quella dell’Onestà a 19 euro e 90.
Apre il primo negozio di merchandising ufficiale del MoVimento 5 stelle. Con tanto di frasi di Casaleggio (senior) sulle t-shirt, come la frase «È difficile vincere con chi non si arrende mai».

merchandising m5s

«I ricavati delle vendite dei gadget – spiegano sul sito – andranno esclusivamente in iniziative per lo sviluppo del Movimento 5 Stelle e dei suoi strumenti di democrazia diretta».

Ma in Sicilia, come spiega Buzzi sul Corriere, c’è maretta.

L’uomo da battere resta Giancarlo Cancelleri (già in corsa cinque anni fa). A sfidarlo i deputati all’Assemblea regionale
Giampiero Trizzino, Angela Foti, Francesco Cappello, Sergio Tancredi e Stefano Zito. E tre outsider: l’avvocato originario del Niger Alì Listì Maman, José Marano e l’ex assistente di Tommaso Currò (parlamentare passato al Pd) ,
Giuseppe Scarcella.
La proclamazione del candidato governatore—con Grillo, Davide Casaleggio e Luigi Di Maio —è in programma domani sera, al termine della votazione sul blog, al Castello a mare di Palermo. I nomi dei candidati, però, hanno già innescato
polemiche. L’ala dei falchi vicina al deputato (sospeso dal Movimento) Riccardo Nuti mostra insofferenza.
C’è chi lamenta la mancata pubblicazione sul blog dei voti ottenuti dai finalisti. C’è chi ricorda un post molto critico di
Listì Maman (parlava della «delusione per un Movimento che di fatto mi ha emarginato, ignorando il contributo possibile
offerto con le mie proposte») e delle reazioni veementi di parte della base, tra insulti e inviti come «Rimettiti sopra
un barcone».