vaccino due volte
|

L’assurda bufala del ragazzo morto a Pimonte per colpa di un vaccino

Gennaro Somma aveva 16 anni. Viveva a Pimonte ed è morto per un aneurisma cardiaco. Un aneurisma non dovuto alla dieta drastica che gli ha fatto perdere 30 chili in pochi mesi ma a una malformazione congenita, mai notata. Eppure sulla sua morte si è speculato sopra. Questo perché, dopo l’ipotesi dieta, è spuntata l’ipotesi vaccino.

Tutto è partito da Napoli Today che ha riportato le parole del sindaco e del parroco di Pimonte. Gennaro avrebbe fatto un vaccino la sera precedente.

«So che ieri sera ha fatto un vaccino. Ma non so di cosa si tratti – ha spiegato don Vincenzo – Dobbiamo essere molto cauti. Stiamo vivendo giorni molto difficili qui a Pimonte. Il ragazzo lo conoscevo molto bene, frequentava l’oratorio e in questi giorni si era iscritto anche a un torneo di calcio. Ora in famiglia sono frastornati. Attendono l’autopsia».

L’autopsia ha stabilito realmente la causa della morte di Gennaro. E no, non è per un vaccino. Ma il sito Informare x Resistere ha colto la palla al balzo, sfruttando il virgolettato del quotidiano locale

Quindi sembra che il vaccino non c’entri nulla: sarebbe solo una coincidenza che la sera prima della morte Gennaro si fosse vaccinato.

Ma siamo certi che i vaccini non c’entrino nulla con gli aneurismi? Sul sito di Valdo Vaccaro abbiamo trovato un articolo del 23 dicembre 2014, che parla di aneurismi e che ci sentiamo in dovere di citare:

Ma siamo certi che i vaccini non c’entrino nulla con gli aneurismi? Sul sito di Valdo Vaccaro abbiamo trovato un articolo del 23 dicembre 2014, che parla di aneurismi e che ci sentiamo in dovere di citare:

«Le arterie sono vasi molto resistenti e servono al trasporto del sangue dal cuore a tutti i tessuti del corpo. Sono in comunicazione coi capillari, portando il fluido rosso alla periferia del corpo. Allo stato normale le arterie sono elastiche. Si contraggono e si dilatano fisiologicamente seguendo il ritmo cardiaco ed aiutando in tal modo la circolazione del flusso sanguineo. Si infiammano solo per effetto di un sangue viziato o alterato nella sua composizione. Anche farmaci, iniezioni e vaccini, nonostante non se ne parli e non si voglia ammettere, alterano la composizione del sangue facendo degenerare l’intero sistema circolatorio».

Ma chi è Valdo Vaccaro? Laureato in economia nel 1972 all’Università di Trieste, si è dedicato per tre anni all’insegnamento e al giornalismo. Conosciuto on line per i suoi libri “Alimentazione Naturale”, “Storia dell’Igienismo Naturale” “Alimentazione Naturale 2” e “Dizionario di Salute Naturale”, nonché “Diabete” ha un blog molto seguito. Non è un medico. Consiglia sull’alimentazione, parla di correlazione vaccini che iniettati possono degenerare “l’intero sistema circolatorio” ma non è un medico. Chiaro?

 

E ora veniamo al reale motivo del decesso del ragazzo, ben descritto da La Repubblica: 

A uccidere il ragazzo di appena 16 anni sarebbe stata invece la “dissecazione dell’arco aortico, imprevedibile complicanza di una malformazione di un vaso, improvvisamente diventata mortale con un imponente emorragia.

Evento raro, ma possibile, la dissecazione può arrivare a qualsiasi età, anche da giovanissimi, mentre nulla poteva fare sospettare la patologia
malformata. “Lo avevo detto – commenta a caldo un familiare di Gennaro – che non c’entrava nulla la dieta e che la disgrazia dipendeva da altro fattore. Adesso finalmente c’è la conferma del medico, anche se non ufficialmente, che restituisce dignità alla famiglia. E servirà anche ai mezzi di comunicazione perché prendano le distanze da un’informazione troppo superficiale che spesso si ripercuote sulla famiglia vittima di una grave disgrazia”

Informazione troppo superficiale, appunto. Piuttosto che ipotizzare su casi di cronaca scatenando dubbie preoccupazioni forse, a volte, è meglio il silenzio. Specialmente davanti al dolore di una famiglia.