|

Vittorio Sgarbi è stato querelato da Virginia Raggi per averla definita incapace | VIDEO

Vittorio Sgarbi è stato querelato da Virginia Raggi. Lo ha annunciato lui stesso all’inizio della puntata di In Onda di giovedì 6 luglio. Il motivo dell’azione legale del sindaco di Roma contro il noto critico d’arte, giornalista e politico è una presunta diffamazione. Vittorio Sgarbi ha definito Raggi una politica onesta ma incapace, in un video pubblicato su Facebook diversi mesi fa, alla fine del 2016, nel pieno delle polemiche mediatiche sui problemi della nuova giunta dei 5 Stelle di Roma. Sgarbi aveva preso di mira il nuovo sindaco capitolino come esempio della nuova generazione di politici voluti dalla gente, rimarcando come Virginia Raggi fosse una persona onesta, ma incapace nella gestione delle attività amministrative e sostanzialmente non in grado di prendere alcuna decisione.  Una difesa certo parziale, visto che Virginia Raggi era finita al centro delle polemiche per aver ricevuto un avviso di garanzia sulle nomine.

IL VIDEO DI VITTORIO SGARBI CHE DIFENDE RAGGI DEFINENDOLA ONESTA MA INCAPACE

 

L’ex deputato si era poi spinto, come da titolo del video sul suo profilo Facebook, a definire il sindaco di Roma come Ambra Angiolini, la conduttrice di Non è la Rai diventata celebre per i comandi in diretta impartiti dal regista Boncompagni via auricolare. La querela di Virginia Raggi appare un po’ particolare: Vittorio Sgarbi esprime sì un giudizio severo contro il sindaco di Roma, ma che appare rientrare nel diritto di critica. Saranno comunque i magistrati a stabilire se la causa di Virginia Raggi contro Vittorio Sgarbi sarà fondata. Nei mesi scorsi il critico d’arte aveva rivelato a La Zanzara di aver parlato con Grillo e di aver condiviso con lui il giudizio su Virginia Raggi come una depensante. Il leader del Movimento 5 Stelle aveva intimato al critico d’arte di smentire questa ricostruzione visto che aveva parlato con un suo imitatore, e non con lui.