Pietro Sanna
|

Pietro Sanna, arrestata la coinquilina del ragazzo sardo ucciso

Pietro Sanna, importante svolta nell’indagine sull’omicidio del ragazzo sardo assassinato a Londra nella sua abitazione. Una donna è stata arrestata in relazione alla morte di Pietro Sanna, e secondo fonti di stampa l’accusa alla base del provvedimento cautelare sarebbe l’omicidio. La donna arrestata sarebbe la coinquilina del giovane sardo. La notizia però non è stata ancora confermata in modo ufficiale da Scotland Yard, l’autorità di polizia responsabile dell’area metropolitana di Londra. La coinquilina di Pietro Sanna avrebbe telefonato al fratello del giovane sardo, Giovanni, anch’egli residente a Londra, informandolo del ritrovamento del cadavere e comunicandogli la morte. La donna sarebbe poi sparita dopo la chiamata. Pietro Sanna viveva nella capitale del Regno Unito da due anni. Il giovane sardo, poco più che ventenne, aveva seguito il fratello che si era trasferito a Londra facendo il cameriere. Pietro Sanna è figlio di una nota famiglia di Nuoro. Il padre, Graziano Sanna, insieme ai fratelli, gestisce alcuni alberghi piuttosto importanti di San Teodoro, località turistica della provincia di Olbia, al confine con quella di Nuoro.

Foto copertina: ANSA/Facebook