Il naufragio del Titanic. Cento anni fa

titanic-large

Fiori lanciati nelle gelide acque che inghiottirono il Titanic, inaugurazione di un monumento in Irlanda dove il transatlantico era stato costruito, cerimonia in Canada dove riposano delle vittime: 100 anni dopo, il mondo ha commemorato il naufragio più famoso della storia, dalle due sponde dell’Atlantico. Due navi da crociera, una proveniente da Southampton, porto inglese dove il transatlantico era salpato il 10 aprile 1912, e l’altra partita di New York, destinazione prevista del Titanic – sono arrivati sul luogo del naufragio ieri notte, cento anni precisi dopo la catastrofe che ha fatto più di 1.500 morti. A bordo del Balmoral che ha ripercorso la traversata del Titanic, i circa 1.300 passeggeri, hanno osservato due minuti di silenzio. Tre corone di fiori sono state lanciate dal ponte dell’oceano, nel momento preciso in cui cento anni fa il transatlantico si inabissò dopo aver urtato un iceberg.

 

GUARDA LE FOTO DEL TITANIC

 

A bordo del Journey, venuto da New York, i 440 passeggeri hanno vissuto la ricostruzione della catastrofe nel punto in cui riposa il relitto del Titanic a 3.800 metri di profondità. Un secolo più tardi, gli altoparlanti del Journey hanno ritrasmesso il messaggio di allarme lanciato dal comandante del Titanic che annunciava che il transatlantico, allora considerato inaffondabile, aveva speronato un iceberg.
A Belfast, dove il Titanic è stato costruito, circa 300 persone hanno assistito all’inaugurazione di un un monumento dove figurano per la prima volta i nomi di tutti i passeggeri e i membri dell’equipaggio compresi i musicisti a bordo. Dall’altra parte dell’Atlantico, nel porto canadese di Halifax, dove riposano i resti di numerose vittime, dei razzi di avvertimento sono stati sparati in cielo in ricordo di quelli lanciati dal Titanic. Sempre oggi, Halifax renderà omaggio alle vittime in occasione di una cerimonia al cimitero di Fairview Lawn, dove sono sepolte 121 vittime. (Tmnews)