|

Garota de Ipanema: i 50 anni della canzone brasiliana più famosa

Garota de Ipanema compie 50 anni. La Stampa ci ricorda l’anniversario di una delle più belle canzoni brasiliane di sempre, e ne rievoca la genesi:

Uno è Antonio Carlos Jobim, per tutti Tom, 35 anni,musicista. L’altro è Vinicius de Moraes, 49 anni, poeta. Insieme hanno scritto «OrfeoNegro», ilmusical che è diventato filme tre anni prima ha vinto il Festival di Cannes. È il 1962, stannolavorandoaunaltromusicaleneparlanospessoalbarVeloso («Il nostro posto d’osservazione»), in RuaMontenegro, quartiere di Ipanema, Rio de Janeiro, sulla strada che va alla spiaggia. E lì vedono spesso Heloisa Pinheiro, per tutti Helô, 17 anni, che abita al 22 della stessa via e che tutti i giorni entra al bar a comprare le sigaretteper suamadre. «Una ragazza con l’abbronzatura dorata, un fiore e una sirena, piena di splendore e di grazia, ma con lo sguardo triste, cheporta consé, sulla strada verso il mare, il sentimento della giovinezza che passa, della bellezza che non è solo nostra ma è un donodellavitanelsuoincessantemeraviglioso e melanconico fluire e rifluire ». Questo vede in lei Vinicius e così la descriverà tre anni più tardi, quandolacanzonecheHelôhaispirato è già un successomondiale: è «Garota de Ipanema», «The Girl from Ipanema», «La ragazza di Ipanema», la seconda canzone più reinterpretata dei tempi moderni dopo «Yesterday »deiBeatles,nata 50anni fa.

Noi festeggiamo l’anniversario con qualche versione famosa (con Amy Winehouse; Ella Fitzgerald e Gal Costa, ad esempio) di quello che nel frattempo è diventato uno standard jazz ma anche una delle canzoni più suonate nei pianobar:

Leggi anche:
Ecco perché avete quella musica in testa
Mai più senza! La canzone dance di Padre Pio
YouTube cancella il nuovo inno del Pdl

Leggi anche:
L’agghiacciante playlist di Assad su iTunes
Michel Telò e la bufala su “Ai se eu te pego”
Diventare Dj con l’iPhone