Roma
|

Grado, l’assalto dei gabbiani in spiaggia: bambini nel mirino

È guerra aperta tra il comune di Grado e i gabbiani. La città in provincia di Gorizia è stata presa d’assalto dai volatili che, in veri e propri stormi, sono piombati sulla spiaggia, assaltando i bagnanti increduli. L’ultimo episodio risale a giovedì pomeriggio quando, nel corso di una festa, i pennuti hanno gettato il panico. I bambini sono stati maggiormente presi di mira e non hanno potuto fare altro che cercare la protezione dei loro genitori, anch’essi impotenti.

LEGGI ANCHE: «Perché i gabbiani sono diventati cattivi con l’uomo?»

L’ASSALTO DEI GABBIANI A GRADO

Un altro episodio del genere si era verificato anche nella Città Giardino. L’allarme è scattato e a rispondere è l’assessore all’Ambiente del comune Claudio Gaddi: «Il problema dei gabbiani è di portata nazionale e richiede un profondo cambiamento dei nostri usi e costumi».

L’esperimento tentato è quello di delimitare alcune aree sulle spiagge, in modo tale da poter permettere ai volatili di nidificare in tutta tranquillità. Alcuni risultati sono stati ottenuti, ma c’è ancora troppa gente che dà da mangiare ai gabbiani i quali, attratti da questa pratica diffusa, prendono continuamente d’assalto le nostre città. La guerra è appena iniziata, così come l’estate. Bisognerà vedere chi la spunterà.

(FOTO: ARCHIVIO ANSA)