Cécile de Ménibus
|

Cécile de Ménibus, la risposta di Rocco Siffredi all’accusa di molestie sessuali

Cécile de Ménibus, Rocco Siffredi ha risposto sulle accuse di molestie sessuali fatte dalla giornalista francese. La conduttrice TV transalpina aveva raccontato di esser stata molestata dall’attore a luci rosse durante La methode Cauet, una trasmissione andata in onda nel 2006, in una recente intervista televisiva. Cécile de Ménibus aveva raccontato di esser stata toccata nelle parti intime in modo ripetuto mentre Rocco Siffredi mimava, per gioco richiesto dal conduttore TV, un rapporto sessuale. L’attore hard l’avrebbe poi aggredita dietro le quinte, costringendola a baciarlo. Rocco Siffredi però smentisce tutto.

ROCCO SIFFREDI RISPONDE A CECILE DE MENIBUS

In una intervista al FQ Magazine firmata da Davide Turrini l’attore hard critica Cécile de Ménibus: «È una donna che ha avuto grossi problemi personali e che non ci sta più con la testa. In quel video della tv francese sputtana tutti quelli che hanno lavorato con lei, e tutti le avrebbero fatto del male. Casualmente la signora non lavora più in tv da nessuna parte». In realtà questa affermazione di Rocco Siffredi è piuttosto imprecisa, visto che anche recentemente Cécile de Ménibus ha condotto alcune trasmissioni TV.

LEGGI ANCHE > Rocco Siffredi accusato di molestie sessuali in diretta | VIDEO

ROCCO SIFFREDI CONTRO CECILE DE MENIBUS SULL’ACCUSA DI MOLESTIE SESSUALI

L’attore ricorda come sia stato invitato dal conduttore TV a far fare qualche posizione da amplesso sessuale a Cécile de Ménibus, che lui ammette di aver eseguito con un po’ di leggerezza vista la mancanza di confidenza con la giornalista TV.

Lo si vede dalle immagini, al massimo le posso aver creato imbarazzo, ma parlare di violenza mi sembra esagerato ed assurdo. Sulla lingua in bocca davvero non ricordo sia accaduto. Mentre ricordo che una nota conduttrice di Radio Deejay, dichiaratasi mia fan, mentre venivo intervistato a Milano nel 2008 scambiò con me un lungo bacio in bocca nel fuori onda, l’atto fu immortalato con una foto, e per questo lei fu licenziata

Rocco Siffredi conclude l’intervista col Fatto Quotidiano rimarcando di esser infastidito dalla polemica, visto che si sente continuamente tirato in mezzo. « L’Italia continua a essere un paese di m. Il sesso viene sempre vissuto sugli altri e mai su stessi; la “mignotta” è sempre quell’altra mai la nostra. L’Italia mi ha davvero stancato».