Marco Prato, suicidio in carcere per il romano accusato dell’omicidio di Luca Varani

Marco Prato suicidio

Cadavere ritrovato questa mattina in prigione

Marco Prato si è ucciso in carcere. Accusato di aver ucciso Luca Varani insieme a Manuel Foffo, Prato non ha atteso la sentenza di prima grado che sarebbe arrivata a breve in merito all’atroce delitto. Il giovane romano si è tolto la vita nella casa circondariale di Velletri dove era stato trasferito negli scorsi mesi dalla prigione capitolina di Regina Coeli. Marco Prato si è suicidato infilando la propria testa in un sacchetto di plastica, così da esser soffocato dal gas contenuto nella bombola data in dotazione ai detenuti, come riporta il Messaggero. Il compagno di cella non si è accorto di nulla in quanto stava dormendo. Questa mattina è stato ritrovato il corpo di Marco Prato, che si è sempre dichiarato innocente in merito alla morte di Luca Varani. Il pr romano, 31 anni, ha lasciato una lettera in cui ha ha spiegato il suo suicidio, rimarcando di essersi tolto la vita per le falsità dette su di lui in merito all’omicidio di Luca Varani.

OMICIDIO LUCA VARANI, IL SUICIDIO DI MARCO PRATO

LEGGI ANCHE >  Tutta la storia del caso Luca Varani

Il giovane aveva scelto di farsi processare con il rito ordinario, mentre il complice Foffo era già stato condannato a trenta anni di carcere con l’abbreviato. Il processo nei confronti di Prato è iniziato ad aprile scorso. Durante la detenzione il pr romano aveva scoperto di essere sieropositivo. Marco Prato si era sempre professato innocente, dicendosi succube di Manuel Foffo.  Il 4 marzo del 2016 Luca Varani era stato ucciso in modo bestiale dopo un festino a base di alcol e droghe con Manuel Foffo e Marco Prato. I due si erano accusati reciprocamente sulle responsabilità dell’omicidio. Prato aveva iniziato a collaborare coi pubblici ministeri solo dopo mesi di silenzio.   Il giovane romano, un Pr piuttosto noto, aveva tentato di uccidersi dopo aver compiuto il delitto. Dopo la scomparsa di Luca Varani l’omicidio era stato confessato da Manuel Foffo, le cui dichiarazioni alla magistratura avevano permesso anche di ritrovare il suo amante, Prato, nascosto in albergo dopo aver partecipato all’omicidio di Luca Varani.

Foto copertina: ANSA

Tag: , ,