abbuffate
|

Ti piacciono le abbuffate a tavola? Nel tuo cervello c’è un ‘interruttore’ che le attiva

Spesso a tavola mangi troppo? La scienza ora ti aiuta a dare una spiegazione a questa tua cattiva abitudine. Grazie a uno studio condotto da Anthony Van den Pol e colleghi, della Yale School of Medicine è stato scoperto in una particolare zona del cervello una sorta di ‘interruttore’ che accende le abbuffate compulsive, ovvero il comportamento tipico del disturbo da binge eating (disturbo da alimentazione incontrollata).

VOGLIA DI ABBUFFATE CON LA STIMOLAZIONE DI UNA ZONA DEL CERVELLO

I risultati la lavoro sono stati pubblicati sulla nota e prestigiosa rivista scientifica Science. Gli esperti hanno visto che attivando nel cervello dei topi un gruppo di neuroni di una regione chiamata ‘zona incerta’ nel giro di pochi minuti si attiva il comportamento dell’abbuffata e che attivando ripetutamente questo interruttore nel corso di due settimane i topi si abbuffano in continuo e ingrassano. Nelle abbuffate i piccoli topi mangiano in pochissimo tempo il 35% di tutto il cibo che normalmente mangerebbero nell’arco di 24 ore.

Anche se si tratta di uno studio preliminare e resta da dimostrare la presenza anche nel cervello umano di un analogo interruttore del binge eating, concludono gli autori del lavoro, è curioso che pazienti trattati con stimolazione profonda (per disturbi neurologici di altra natura) proprio di questa zona presentano come ‘effetto collaterale’ proprio la tendenza alle abbuffate.

(Foto da archivio Ansa. Credit: Jebb Harris / The Orange County Register / ZUMAPRESS.com)

TAG: Scienza