Bahrain Merida
|

Giro d’Italia, la «sfiga» della Bahrein Merida. Oggi si è rotto il pullman

Continua la saga della Bahrain Merida a questo Giro d’Italia 2017. Dopo la squalifica di Daniel Moreno per uno scontro acceso in gruppo con Diego Rosa (ma chiamiamola pure scazzottata da Far West) e dopo che il giovane Luka Pibernik ha esultato per sbaglio sul traguardo di Messina, la squadra di Vincenzo Nibali si è resa protagonista di un altro episodio sfortunato.

LEGGI ANCHE: «Il corridore che credeva di aver vinto al Giro d’Italia. Ma mancavano 6 chilometri al traguardo»

L’EPISODIO SFORTUNATO CHE HA COLPITO LA BAHRAIN MERIDA

Oggi, il pullman della formazione del vincitore dello scorso Giro d’Italia è rimasto fermo per un guasto al cambio. Il mezzo serviva a spostare il team e le sue attrezzature verso Castrovillari, sede della partenza della 7ma tappa della Corsa Rosa, conclusasi ad Alberobello con la vittoria di Caleb Ewan. Nibali e compagni sono stati «soccorsi» dall’hospitality che ha scortato i corridori fino alla cittadina calabrese.

Non si placa, dunque, l’ondata di sfortuna che sta colpendo la Bahrain Merida. E se l’esclusione di Daniel Moreno è stato il risultato di un’analisi tecnica della corsa, frutto di uno studio approfondito del regolamento, il caso Pibernik è diventato virale sul web. Anche lì, la colpa è stata di un guasto tecnico: il corridore sloveno, infatti, aveva dichiarato al termine della frazione che la sua radiolina – con cui i ciclisti comunicano con le ammiraglie dei manager – non aveva funzionato correttamente.

Si spera, a questo punto, che il credito accumulato con la dea bendata si possa trasformare in risultati positivi. Una vittoria di tappa spazzerebbe via qualsiasi inconveniente. Per non parlare di una storica affermazione in maglia rosa di Vincenzo Nibali sul traguardo finale di Milano il prossimo 28 maggio. Ma non diciamolo per scaramanzia. E facciamo i dovuti scongiuri.

(FOTO da account Twitter Miwa Iijima)