Obama Milano
|

Obama a Milano e gli 850 euro per ascoltare il suo intervento sul cibo salutista

Dal punto di vista mediatico, è l’evento per eccellenza a Milano nel 2017. Il 44° presidente degli Stati Uniti d’America Barack Obama interverrà, domani 9 maggio, a Seeds&Chips, il summit mondiale sull’innovazione nel mondo del cibo. L’ex leader del mondo libero sarà l’ospite d’onore della manifestazione che si sta svolgendo alla Fiera Rho-Pero dall’8 all’11 maggio. E per ascoltare il suo intervento ci vorranno 850 euro.

LEGGI ANCHE: «Il video salutista di Obama che fa jogging alla Casa Bianca»

OBAMA MILANO: QUANTO COSTERÀ ASCOLTARLO

Si tratta della cifra che i possessori del VIP Platinum Pass, valido per tutti i quattro giorni dell’evento, dovranno pagare per poter assistere a tutte le manifestazioni organizzate nell’ambito del Seed&Chips. Gli 850 euro, infatti, comprendono l’ingresso (con tanto di accesso a TuttoFood), la possibilità di partecipare a tutte le conferenze, l’accesso alla conferenza della Special Guest – Obama, appunto -, un pass per un faccia a faccia con un imprenditore, un investitore o un partner dell’evento e il VIP Lounge. Si tratta dell’unica formula che include anche l’intervento di Obama: tutti gli altri biglietti, acquistabili dal sito della manifestazione, non prevedono l’appuntamento clou del Seed&Chips.

In realtà, per i più previdenti, c’è stata la possibilità di usufruire di uno sconto. Se, infatti, il VIP Platinum Pass fosse stato acquistato prima del 31 marzo 2017, la cifra da spendere sarebbe stata pari a 650 euro. In tanti, nonostante il costo elevato, sono stati disposti ad acquistare il biglietto per assistere all’intervento di Obama che, per la prima volta dopo la fine del suo secondo mandato come presidente degli Stati Uniti, parlerà a una platea europea.

«Siamo onorati che l’ex Presidente Barack Obama venga per la prima volta a Milano per Seeds&Chips – ha detto Marco Gualtieri, fondatore di Seeds&Chips -: è un importante segnale di attenzione verso Milano, l’Italia e il percorso iniziato con Expo 2015. Con l’intervento dell’ex Presidente Obama a Seeds&Chips Milano torna protagonista per le food policies a livello internazionale».

OBAMA MILANO, LE TEMATICHE DEL SUO INTERVENTO

L’intervento di Obama, sul palco insieme a Sam Kass, chef-consigliere dell’ex Presidente USA, verterà sul cibo salutista e sulla rivoluzione che, in questo settore (aiutato dalla moglie Michelle) ha iniziato, partendo proprio dall’orto della Casa Bianca. Il tema della nutrizione sana è stata una delle battaglie portata avanti nel corso dei suoi due mandati e che, con ogni probabilità, continuerà a caratterizzare anche il suo futuro. Insieme a Michelle, Obama ha lanciato la sua fondazione  – l’Obama foundation – che avrà tra i suoi capisaldi anche la lotta a favore del cibo sano. 

Il discorso di Obama inizierà alle 14 e toccherà anche gli aspetti della scarsità delle risorse alimentari e dell’inquinamento atmosferico. Inevitabile un rimando, vista la presenza del giovane Sam Kass, alla sua campagna Let’s move per combattere l’obesità – specialmente infantile – negli States.

OBAMA MILANO, LE POLEMICHE SUI COMPENSI DELL’EX PRESIDENTE

Oltre alle polemiche sull’alto costo della prenotazione di una delle 3500 postazioni in platea per lo speech di Obama, c’è qualcuno che storce il naso anche per il cachet che verrà offerto all’ex presidente degli Stati Uniti. Non sono state rese pubbliche le cifre ufficiali, ma si parla di un compenso vicino ai 400mila euro, uno dei più alti mai chiesti dagli ex numeri uno dello Studio Ovale. Prezzi da star di Hollywood e tutt’altro che accessibili, insomma, per esprimere pareri e dare indicazioni su tematiche quantomai popolari e vicini alla salute di persone comuni. Che, per ascoltarle, dovranno a questo punto accontentarsi dei resoconti dei telegiornali.

(FOTO: Robert Turtil/Planet Pix via ZUMA Wire)