campi volontariato
|

In vacanza con il migrante: come si può fare volontariato nei campi d’accoglienza

Non sempre vacanza vuol dire mare, montagna e solo relax. C’è anche chi sceglie di aiutare gli altri dedicandosi alla solidarietà e all’impegno civico. Sono sempre di più le persone che durante le loro ferie scelgono l’estero rivolgendosi alle associazioni impegnate con i campi di volontariato. Si tratta di periodi a breve termine che si svolgono in un altro paese, accessibili a tutti, generalmente da maggiorenni in su, senza particolari qualifiche richieste.
CSVnet, ovvero il Coordinamento Nazionale dei Centri di Servizio per il Volontariato, ha individuato diverse realtà istituzionali e non che possono offrire questa tipologia di esperienza  anche in Italia. Noi abbiamo raccolto alcune proposte.

LEGGI ANCHE > La proposta-provocazione di Milena Gabanelli: «Le ong sbarchino migranti a Nizza e Malta»

VOLONTARI CON LO SVE

Unione Europea – Il Corpo europeo di solidarietà non è ancora entrato in funzione ma una delle possibilità (non solo estive) più interessanti è il Servizio di volontariato europeo (Sve), un programma di volontariato internazionale finanziato dalla Commissione europea che permette a tutti i giovani residenti in Europa di età compresa tra i 17 e i 30 anni, di svolgere un’esperienza di volontariato internazionale presso un’organizzazione o un ente pubblico in Europa e nei Paesi dell’area Euromediterranea e del Caucaso, per un periodo che va da 3 settimane a 12 mesi. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito http://serviziovolontarioeuropeo.it/.

VOLONTARI DELL’UE PER L’AIUTO UMANITARIO

Se invece volete dare una mano laddove ci sono stati disastri umanitari c’è “Volontari dell’UE per l’aiuto umanitario”, per tutti i maggiorenni dell’Unione e dei paesi terzi che vivono da tempo in uno stato membro. Si può entrare da volontari “senior”, con oltre 5 anni di esperienza, o “junior”, con meno di 5 anni di esperienza. I periodi di volontariato possono durare da 1 a 18 mesi. Il programma copre le spese sostenute durante il servizio, comprese le spese di viaggio e di assicurazione, e l’alloggio è fornito dalle organizzazioni ospitanti. Inoltre, i volontari riceveranno una indennità mensile per la diaria.

AIESEC ITALIA

Presente in 126 diversi paesi, Aiesec è la più grande associazione studentesca al mondo, un network con più di 100.000 studenti provenienti da 24mila università. Crea progetti di scambio internazionale per studenti sotto forma di esperienze di volontariato e di tirocinio. I progetti durano tra le 6 settimane fino ad un anno e si rivolgono a giovani tra i 18 e i 30 anni. La quota di partecipazione a carico del volontario è di 300 euro. Più informazioni su http://opportunities.aiesec.org.

IBO ITALIA

Ong di ispirazione cristiana, impegnata nel campo della cooperazione internazionale e del volontariato in Italia e nel mondo. ha attivi oltre 150 i campi di lavoro e impiega i suoi volontari per circa 6 – 8 ore al giorno. I maggiorenni possono partire per un campo in Italia o in Europa. Dai 21 anni in poi è possibile scegliere un campo fuori Europa mentre per i minorenni sono previsti “campi adolescenti”. Ogni partecipante deve pagare una quota iscrizione più viaggio, vitto e alloggio, a seconda della destinazione e del campo scelto (solo in alcuni casi il vitto e l’alloggio sono gratuiti).

LEGAMBIENTE

Opera con le altre associazioni del network Alliance of European Voluntary Service Organisations, organizza campi estivi di volontariato ambientale in Italia e nel mondo. Ovviamente qui si va su clima, rischio idrogeologico, consumo di suolo, agricoltura e orti sociali, eco reati, tutela della biodiversità, mobilità sostenibile, riqualificazione urbana, adozione e cura di territori, riduzione dei rifiuti. I campi, rivolti principalmente ai ragazzi maggiorenni, prevedono un contributo economico da parte dei partecipanti più l’iscrizione all’associazione. La durata media va da 2 settimane a 3 mesi circa.

LUNARIA

Opera dal 1992. Ogni anno l’organizzazione coinvolge circa 1000 volontari che sostengono progetti organizzati dalle comunità locali e condivisi attraverso una rete internazionale di associazioni di volontariato (Alliance of International Voluntary Service Organizations). Solo nel 2015 ha attivato 2000 progetti in circa 65 paesi di tutti i continenti. Si sta in microgruppi di 20/30 volontari e bisogna, in genere, avere almeno 21 anni per i campi internazionali. Per i teenager dai 15 anni in su esistono progetti specifici , realizzati soprattutto in Francia e Germania. Anche qui c’è una quota di iscrizione più i costi del viaggio, sempre a carico del partecipante. Alloggio, vitto e parte delle attività ricreative saranno offerte dall’associazione partner.

SCI – Servizio civile internazionale

È un movimento laico di volontariato, presente in 43 paesi in tutto il mondo. Molto internazionale opera nella protezione ambientale, animazione con i bambini, attività con i rifugiati, organizzazione di festival culturali, lavori manuali. Per giovani tra i 18 e i 30 anni ci i cosiddetti “mixed age camps”, esperienze brevi che vanno da 10 giorni a 3 settimane. Non c’è una scadenza precisa per iscriversi, ma occorre tenere in conto che i posti si esauriscono abbastanza velocemente.

YAP – Youth action for peace

È una ong che organizza attività di volontariato internazionale; ogni anno propone 2mila campi di volontariato in oltre 60 paesi del mondo. Generalmente sono rivolti ai ragazzi da 18 anni in su ma sono previsti anche progetti speciali per giovani dai 15 ai 17 anni.
I campi si svolgono generalmente durante le vacanze estive ma molte associazioni ne organizzano e promuovono alcuni anche durante l’inverno. Anche qui il viaggio è a carico dei partecipanti mentre vitto ed alloggio sono generalmente gratuiti.

In un altro mondo

Un progetto della Conferenza episcopale italiana e Caritas italiana, realizzato nell’ambito delle attività di comunicazione legate alla campagna di sensibilizzazione per l’8xmille alla Chiesa cattolica. In pratica si racconta la testimonianza sul campo (racconti, video, testimonianze, attività sui social) con 4 ragazzi non professionisti che andranno in alcune missioni in paesi in via di sviluppo in cui sono arrivati i fondi dell’8xmille alla Chiesa cattolica. I paesi di destinazione sono India, Camerun, Palestina, Haiti.

OIKOS

Propone tutti gli anni un vasto programma di percorsi brevi di volontariato all’estero denominati campi di volontariato.
Si tratta di progetti a cui partecipano volontari da tutto il mondo, che hanno una durata non superiore alle tre settimane e che si svolgono prevalemente durante il periodo estivo (ma non solo). Sono soprattutto iniziative che mirano a mettere i volontari nella condizione di vivere un percorso di condivisione interculturale che li renda responsabili e protagonisti di un intervento di solidarietà. Qui i campi aperti per quest’anno.

(in copertina foto ANSA/MAURIZIO DEGL’INNOCENTI)