licenziamento whatsapp
|

Il blackout di WhatsApp dall’India agli Stati Uniti

Un singolare blackout per WhatsApp si è verificato nella tarda serata di ieri. Nel giorno della trimestrale da record di Facebook (con 3,06 miliardi di dollari di profitti), la più nota e diffusa piattaforma di messaggistica per smartphone e tablet si è bloccata in molte aree del mondo, in decine di paesi dall’India agli Stati Uniti, compresi Italia, Canada, Brasile. Il servizio è poi ripreso dopo alcune ore. «Gli utenti di ogni parte del mondo non hanno avuto accesso a Whatsapp per alcune ore», hanno ammesso in un comunicato i responsabili della app di messaggistica. «Ora abbiamo risolto il problema e ci scusiamo per il disagio».

Per quanto riguarda le cause, WhatsApp è ‘caduto’ per un cambio di Cdn. I ‘Content Delivery Network’ (letteralmente ‘Reti per la consegna di contenuti’) sono le piattaforme per la distribuzione di contenuti via Internet. WhatsApp è passata da una Cdn outsourcing ad una propria Cdn.

BLACKOUT WHATSAPP PER ALCUNE ORE

Il blackout di WhatsApp (che ha oltre 1,2 miliardi di iscritti e fu acquistato nel 2014 da Facebook per 19 miliardi di dollari) è durato in Italia circa due ore. Più o meno dalle 22.30 fino alle 00.30. E ha coinvolto tutti i sistemi operativi: IoS, Android e Windows Mobile. Migliaia di utenti lo hanno segnalato tempestivamente in Rete, sui vari social network, soprattutto Facebook. Su Twitter è diventando trend l’hashtag #whatsappdown, che ha raccolto il disappunto e l’ironia di tante persone.

 

LEGGI ANCHE > Salvini al Cara di Mineo, i meme più divertenti | GALLERY

 

IRONIA SUI SOCIAL PER BLACKOUT WHATSAPP

«Non date la colpa a #WhatsappDown, non vi scriveva nessuno neanche prima», si legge ad esempio in uno dei tweet delle ultime ore. E ancora, un altro: «Visto che WhatsApp non funziona, possiamo avere indietro Msn?».

In Brasile, dove la piattaforma di messaggistica è molto utilizzata da imprenditori e professionisti, si è registrato un picco di iscrizioni all’app concorrente Telegram, già popolare nel paese dopo che due volte WhatsApp era stato messo al bando dalla magistratura.

(Foto da archivio Ansa. Credit: Daniel Reinhardt)