angela merkel
|

Merkel contro Putin per le persecuzioni dei gay in Cecenia | VIDEO

Angela Merkel si è coraggiosamente schierata in difesa dei diritti dei gay in Cecenia nell’incontro con il presidente russo Vladimir Putin. I leader di Germania e Russia si sono incontrati a Sochi, sul Mar Nero, per la prima volta dopo due anni, per affrontare due temi di grande rilievo a livello internazionale, la crisi siriana e l’Ucraina. Angela Merkel, come si vede in questo video, ha però rimarcato durante la conferenza stampa congiunta con il presidente Putin l’importanza di rispettare i diritti delle minoranze, esprimendo preoccupazione per le informazioni raccolte da Ong e stampa internazionali sulle persecuzioni subite dai gay in Cecenia. Ecco la clip, tratta dal sito di The Guardian, con l’estratto di questo passaggio della conferenza stampa della cancelliera tedesca.

LEGGI ANCHE > Cecenia: «Obbligano i genitori a uccidere i loro figli omosessuali» | VIDEO

guarda il video: 

(Ecco le dichiarazioni di Angela Merkel. Il caso sollevato dal Guardian)

Angela Merkel ha mostrato coraggio nell’affrontare il tema omosessualità con simili toni critici nei confronti della Russia, visto che dal ritorno al Cremlino Putin ha imposto la disparità di trattamento nei confronti dei gay come un elemento di differenza, e sfida culturale, verso l’Occidente. Nella storia recente non si ricordano leader italiani capaci di esser così aggressivi nella tutela delle minoranze etniche, religiose o sessuali. Al contrario, viene in mente il tristissimo gesto di Berlusconi, che aveva mimato lo sparo di un mitra a una domanda posta da una giornalista russa a Putin.  Il Cremlino, tramite i suoi alti funzionari, aveva già derubricato come infondati i rapporti sulle violenze commesse contro gli omosessuali in Cecenia. Secondo diverse denunce ci sarebbero stati almeno tre gay uccisi e un centinaio imprigionati in blitz condotti contro la locale comunità LGBT. Il presidente della Cecenia, una repubblica federata alla Russia, Ramzan Kadyrov, aveva negato le informazioni sulle persecuzioni contro i gay nel suo territorio con una motivazione gravissima, visto che aveva negato che potesse esistere l’omosessualità tra i ceceni. La Cecenia è uno Stato a netta maggioranza musulmano, molto conservatore. In Siria uno dei gruppi più numerosi di foreign fighters sono proprio i ceceni. L’incontro tra Merkel e Putin è stato caratterizzato da un’evidente freddezza, tipica ormai delle relazioni tra due dei leader più longevi della comunità internazionale. La cancelliera tedesca aveva preferito interrompere gli incontri con l’inquilino del Cremlino alla luce della forte distanza sull’Ucraina, ma ha preferito accettare l’invito di Putin per avere una Russia costruttiva al prossimo G20 di Amburgo.