mario adinolfi
|

Mario Adinolfi e il post sulla presunta omosessualità di Emmanuel Macron

Le affermazioni del giornalista Mario Adinolfi fanno spesso discutere, come nel caso della morte di Fabiano Antoniani, meglio conosciuto come Dj Fabo, il 38enne cieco e tetraplegico che a febbraio si è fatto accompagnare in Svizzera per chiedere e ottenere l’eutanasia. «Hitler almeno i disabili li eliminava gratis», è stato il commento del fondatore del Popolo della Famiglia (che gli è costata la sospensione per un mese da Facebook).

 

mario adinolfi
(Immagine: screenshot dalla pagina Facebook di Mario Adinolfi)

 

LEGGI ANCHE > Emmanuel Macron e la storia d’amore con la sua prof Brigitte Trogneux

 

MARIO ADINOLFI E IL POST SULLA PRESUNTA OMOSESSUALITÀ DI EMMANUEL MACRON

Ora Adinolfi parla di Emmanuel Macron (vincitore del primo turno delle elezioni presidenziali in Francia e favorito per il successo al ballottaggio) tirando in ballo le voci su una presunta omosessualità «non ostentata» del leader del movimento En Marche e definendo «innaturale» la sua relazione con una donna di 24 anni più grande (sua moglie Brigitte Trogneux ha 64 anni). Questo il suo post su Facebook:

Macron è sposato con Brigitte che ha 24 anni più di lui, mia madre quando mi ha partorito aveva 24 anni. Ecco, se scegli per moglie una che può essere tua madre non stai bene, è oggettivamente qualcosa di innaturale. Sarebbe innaturale un 64enne che sta con una 39enne? Lo sarebbe meno, al netto di ogni luogocomunismo politicamente corretto, la natura spiega facilmente il perché. In Francia si insiste molto su Brigitte come copertura di un’omosessualità di Macron non ostentata ma inserita in una logica di lobbismo gay. Forse non è rilevante. Ma che in Francia si passi dalla Premiére Dame ad una sorta di Premiére Mum non è solo una nota a margine di costume.

(Foto: ANSA / ETTORE FERRARI)