monte bianco
|

Monte Bianco, un’alpinista italiana è morta dopo essere precipitata per 500 metri

Tragedia sul versate francese del Monte Bianco. Un’alpinista italiana di 38 anni, originaria della Liguria, è morta dopo essere precipitata per circa 500 metri. Secondo quanto ricostruito dalla gendarmeria di Chamonix, domenica poco prima delle 14 Elena Carpignano (questo il nome della donna) è stata investita da una colata di neve mentre scendeva il versante sud dell’Aiguille du Jardin (4.035 metri di altitudine), nella catena dell’Aiguille Verte.

 

LEGGI ANCHE > La serie A verso il super-spezzatino: dal prossimo anno domenica pomeriggio con tre partite

 

MONTE BIANCO, ALPINISTA ITALIANA MORTA

Il suo compagno di scalata, un 43enne britannico, aveva già raggiunto la sosta (i punti di ancoraggio dove assicurarsi alla parete) e aveva anche provato ad avvertirla del pericolo. Ma Elena non ha avuto il tempo di reagire. I due alpinisti avevano iniziato la scalata alle 7 del mattino.

Elena Carpignano si era laureata a Genova in Scienze ambientali e viveva nella valle di Chamonix, in Francia, dove lavorava da tre anni per Epictvuna (una community online di appassionati di scalate). La 38enne conosciuta anche in Valle d’Aosta, dove aveva fatto la volontaria in diverse gare di corsa in montagna.

(In copertina una foto del Monte Bianco da archivio Ansa)