Tap: il Tar del Lazio respinge il ricorso della Regione Puglia. Al via all’espianto di ulivi

tap tar

Nei giorni scorsi ci fu una sospensiva dei lavori. Ora la decisione

Tap nuovo capitolo. Il Tar del Lazio ha respinto il ricorso della Regione Puglia per ottenere l’annullamento delle note del Ministero dell’Ambiente che autorizzava il Tap all’espianto degli ulivi nell’area del cantiere interessato dal gasdotto. Nei giorni scorsi il Tar aveva sospeso l’efficacia della nota, ma ora ha respinto il ricorso.

LEGGI ANCHE > Tap, il Tar del Lazio sospende il cantiere, i comitati esultano. Le ragioni di una protesta che non tutti capiscono

TAP, TAR E REGIONE PUGLIA: TUTTE LE TAPPE

Cosa è successo? Il 6 aprile il presidente della terza sezione del Tar del Lazio con un decreto urgente aveva accolto l’istanza della Regione Puglia e aveva sospeso gli atti ministeriali con cui veniva dichiarata pienamente ottemperata la prescrizione A.44 della Via, la Valutazione di impatto ambientale legata ai lavori per il gasdotto nell’area di Melendugno, in Salento. Ora la decisione, che interessa la fase 0 dei lavori, autorizzava Tap, il consorzio a cui fa capo la realizzazione del gasdotto, a espiantare gli ulivi nell’area del cantiere. Ieri il Tar ha riesaminato l’intera questione nel merito, in camera di consiglio, e ha deciso di respingere il ricorso.

(foto copertina ANSA / CLAUDIO LONGO)

Tag: , , ,