vaccino anti-papilloma virus
|

La risposta degli esperti ai dubbi di Report sul vaccino anti-papilloma virus (HPV)

Dopo le polemiche generate dal servizio di Report che ha sollevato dubbi sul vaccino anti-papilloma virus (HPV) non si sono fatte attendere le risposte degli esperti, che ritengono il vaccino sia efficace e sicuro. L’inchiesta del programma di Raitre in onda lunedì scorso riguarda in particolare la farmacovigilanza e le reazioni avverse al vaccino anti-Hpv. Si sostiene che le segnalazioni sui possibili danni causati potrebbero non essere stati valutati correttamente e vengono riprese le critiche sollevate da alcuni ricercatori all’agenzia europea del farmaco, accusata di scarsa trasparenza. «Diffondere paura propugnando tesi prive di fondamento e anti scientifiche – ha dichiarato ieri il ministro della Salute Beatrice Lorenzin – è un atto di grave disinformazione ed è quanto ha fatto ieri sera la trasmissione di Raitre Report, dedicata al vaccino contro il Papilloma virus, il primo vaccino contro il cancro che l’uomo è riuscito a produrre».

LE RISPOSTE DEGLI ESPERTI SUL VACCINO ANTI-PAPILLOMA VIRUS (HPV)

Su Repubblica oggi vengono riportate le risposte ai principali interrogativi sollevati dal servizio di Report di Silvia Franceschi, direttrice del gruppo di Epidemiologia del cancro dello Iare di Lione, e di Walter Riccardi, presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, e di Luciano Mariani, responsabile dell’Hpv unit del Regina Elena di Roma. Ebbene, sugli effetti collaterali del vaccino anti-papilloma virus Mariani afferma:

«Il vaccino, effettuato ormai su milioni e milioni di persone, è efficace e sicuro. Inoltre non contiene né virus vivo né attenuato e quindi è altamente sicuro. Tanto che a oggi, su 200 milioni di dosi somministrate, non ci sono stati effetti collaterali gravi o mortali correlabili al vaccino. Ci sono, come sempre per ogni farmaco efficace, episodi singoli di intolleranza al prodotto o agli eccipienti, ma non sono tali da destare preoccupazione».

Ricciardi, intanto spiega:

«Tra gli effetti collaterali invece ci sono dolore e rossore nella sede di inoculo e rialzo febbrile (in circa il 10% dei casi)».

Ricciardi chiarisce inoltre che non sono presenti metalli pesanti:

«Gli adiuvanti sono sostanze fisiologiche che aiutano la risposta immunitaria e non sono pericolose».

Il vaccino anti-Hpv ha ridotto anche il numero di persone che si ammalano di cancro della cervice:

«Il vaccino è efficace nel prevenire lesioni precancerose in quasi il 100 per cento dei casi. Questo vuol dire che potremmo eradicare questo tumore che invece ancora oggi uccide in Italia oltre mille persone all’anno».

Dobbiamo dunque fidarci di chi ha finanziato ricerche e degli studi effettuati:

«Dobbiamo fidarci sono le industrie a mettere i soldi per sviluppare un nuovo farmaco o un vaccino. Lo sviluppo di un nuovo vaccino costa un miliardo e mezzo di dollari e ovviamente solo le industrie farmaceutiche hanno interesse ad investire. Occorre ovviamente un controllo indipendente sugli studi delle aziende».

(Immagine da video di Report)

TAG: Report, Vaccini