terroristi
|

Francia, arrestati due presunti terroristi. «Erano pronti a colpire la campagna presidenziale»

Perfino esplosivi, di tipo Tatp, sono stati rinvenuti nell’edificio di Marsiglia dove questa mattina è scattato l’arresto di due presunti terroristi pronti a colpire la campagna presidenziale. A riferirlo sono fonti giudiziarie citate dai media francesi.

 

LEGGI ANCHE > Video dell’omicidio su Facebook rimosso dopo 2 ore, il social ammette: «Dobbiamo fare meglio»

 

FRANCIA, ARRESTATI TERRORISTI PRONTI A COLPIRE LA CAMPAGNA PRESIDENZIALE

Entrambi i fermati, di nazionalità francese, erano già noti ai servizi per la loro radicalizzazione. Uno dei due era convertito all’Islam. I due presunti terroristi sono sospettati di preparare attentati durante la campagna presidenziale francese. «L’attacco era imminente», hanno aggiunto le fonti giudiziarie.

«I due fermati a Marsiglia (nati nel 1987 e nel 1993, quindi di 29 e 23 anni, ndr) volevano colpire un candidato all’elezione presidenziale. Gli inquirenti hanno scoperto un video in cui i due sospetti prestavano giuramento all’Isis», è quanto scrive Le Parisien online. Nel video viene filmata, tra l’altro, la prima pagina di un giornale con la foto del candidato Francois Fillon. I due non erano originari di Marsiglia ma avevano affittato una casa nella grande città francese affacciata sul mediterraneo.

Gli arresti sono stati compiuti dagli agenti della Dgsi, la Direzione Generale per la Sicurezza Interna, e dalle teste di cuoio del Raid.

A Marsiglia domani la candidata del Front National Marine Le Pen terrà un grande comizio, ma al momento non sembra che l’obiettivo dei due sospetti finiti in manette fosse proprio quello.

(Immagine di un poliziotto francese da archivio Ansa. Credit immagine: Mustafa Yalcin / Anadolu Agency)

TAG: Terrorismo