madonna dell'arco
|

Madonna dell’Arco, misure antiterrorismo: il pellegrinaggio stavolta è blindato

Il tradizionale pellegrinaggio dei ‘fujenti’ del lunedì in Albis al santuario della Madonna dell’Arco a Sant’Anastasia (in provincia di Napoli) quest’anno sarà ‘blindato’. Per il cammino di migliaia di devoti da diverse zone della Campania verso il luogo sacro sono state infatti previste misure di sicurezza antiterrorismo rafforzate.

MADONNA DELL’ARCO, MISURE ANTITERRORISMO

Ci saranno barriere anti-Tir ed unità cinofile per la bonifica delle aree. Un centinaio tra carabinieri, poliziotti e militari dell’esercito, saranno disposti su via Arco, meta del pellegrinaggio. I ‘battenti’, indossando un abito devozionale, percorrono decine di km a piedi per poi prostrarsi nel santuario davanti al quadro della Vergine per ‘grazia ricevuta’: un rito che continua da quasi mezzo millennio. Una volta giunti alle porte del luogo sacro, molti fedeli percorrono l’ intera navata strisciando, qualcuno viene colto da malore.

 

LEGGI ANCHE > La Corea del Nord avverte gli Usa: «Siamo pronti a una guerra nucleare»

 

Le misure antiterrorismo sono state disposte nel corso di un incontro tra il sindaco di Sant’Anastasia ed il Prefetto di Napoli. Le misure si aggiungono all’aumento di forze dell’ordine sul territorio come richiesto dal Priore del Santuario, padre Alessio Romano, che lo scorso anno aveva lamentato l’ esigua presenza dei militari, meno di una ventina, per garantire la sicurezza nella zona. «Non credo – ha detto il sindaco Lello Abete – che esista, almeno in Campania, un altro esempio di pellegrinaggio così partecipato ed allo stesso tempo difficile da governare. Il lunedì in Albis è importantissimo per Sant’Anastasia e riteniamo che questa tradizionale festa possa aspirare a divenire patrimonio dell’Unesco».

Maggiori misure protettive erano state chieste anche da gruppi di fedeli via Facebook.

Ma barriere in grado di bloccare eventuali attacchi sono state poste anche a Napoli. Sul lungomare di via Partenope sono presenti pesanti fioriere in cemento anti-camion, mentre agenti dell’ Uopi (unità operative di Pronto Intervento della Polizia di Stato) sono schierati sugli obiettivi ritenuti sensibili. Le fioriere in cemento furono già utilizzate a Capodanno 2017, in occasione dello spettacolo di mezzanotte in piazza del Plebiscito.

(Foto da archivio Ansa. Credit immagine: Fabio Sasso / Pacific Press via ZUMA Wire)