pedofili arrestati bari
|

I due pedofili e l’agenda segreta con nomi e numeri dei minori: «Strappala, se la trova la polizia…»

Avevano un’agenda segreta sulla quale catalogavano i nomi dei minori che reclutavano nei pressi dello stadio San Nicola di Bari i due anziani (Vincenzo Vinciguerra, 69 anni, e Pasquale Marziliano 74) arrestati ieri nel capoluogo pugliese con l’accusa di violenza sessuale su un 13enne di etnia rom. Il lavoro degli inquirenti ha dimostrato come i due fossero clienti abituali segnalati nel giro della baby prostituzione della zona, raccontata di recente anche da un servizio della trasmissione Le Iene.

 

LEGGI ANCHE > Femminicidio, la strage continua ancora: almeno 19 vittime da inizio 2017

 

PEDOFILI ARRESTATI BARI, AGENDA CON NOMI E NUMERI DEI MINORI

Gli anziani finiti in manette sulla loro agenda scrivevano nomi e numeri di telefono. L’avrebbero poi distrutta per paura di essere scoperti. Racconta Mara Chiarelli su Repubblica Bari:

Il rumore delle pagine strapppate dall’agenda telefonica, l’elenco dei nomi di ragazzini e il commento in sottofondo «Strazz, mille pezzi e butta, caso mai la polizia li trova nella macchina e dice qualcosa». Tra espressioni oscene e “turpi desideri sessuali”, come li definiscono gli inquirenti, si svolgevano i pomeriggi di due anziani baresi, arrestati dai carabinieri della compagnia San Paolo di Bari.

E ancora:

«Vedi se strappi un pò di biglietti – dice uno all’altro, in auto, ignari della microspia sistemata dai carabinieri – Se ti ferma la polizia, vedono tutti questi numeri, dicono: chi sono questi?». Gli incontri, è stato ricostruito, avvenivano nei pressi dello stadio o del campo rom di via Mitolo. L’appuntamento convenuto era una piccola fontana: «Li vado a prendere alla fontana – spiega uno dei due all’altro – e me li porto in campagna, perché uno non può pensare fino lì. E poi quando me ne vado lontano, faccio due o tre chilometri».

(Foto da archivio Ansa)

TAG: Bari