Norbert Feher
|

Il vero nome del killer di Budrio e Portomaggiore ‘Igor’ è Norbert Feher

Arriva la conferma ufficiale del nome reale del killer che si è lasciato alle spalle due vittime negli ultimi giorni nelle province di Bologna e Ferrara. Gli accertamenti tecnici hanno consentito di accertare che l’assassino super ricercato in questi giorni (autore di omicidi a Bardo, Bologna, sabato primo aprile, e a Portomaggiore, Ferrara, sabato 8 aprile) si chiama Norbert Feher (non Igor Vaclavic) ed è un cittadino serbo di 41 anni.

 

LEGGI ANCHE > «Io conosco Igor, per lui uccidere è un piacere»

 

VERO NOME KILLER ‘IGOR’: NORBERT FEHER

È stato inoltre confermato che l’indagato è una persona con molti alias, tra cui appunto Igor Vaclavic (e così era stato in passato arrestato e processato a Ferrara) ma a questo punto gli inquirenti di Bologna e Ferrara (in contatto anche con le forze di polizia del suo Paese che lo cercano per rapina e violenza sessuale) lo identificano con certezza con Norbert Feher.

In queste ore si è giunti anche alla certezza sull’identità del killer di Budrio e Portomaggiore, grazie ai riscontri sulle impronte digitali isolate, che corrispondono a quelle presenti negli archivi delle forze dell’ordine e associate al serbo 41enne Norbert Feher. Dopo gli esiti delle anlisi sul sangue e dna, dal Ris di Parma è arrivata un’ulteriore prova che rafforza in modo notevole il quadro indiziario nei confronti dell’uomo in fuga: l’uomo che ha ucciso il barista di Budrio Davide Fabbri il primo aprile e quello che l’8 aprile ha assassinato la guardia volontaria Valerio Verri a Portomaggiore sono la stessa persona. I Ris, in particolare hanno effettuato analisi, per quanto concerne il primo omicidio, sulle macchie fuori dal locale dopo che il killer era stato ferito dalla vittima in una colluttazione e, per quanto riguarda invece il secondo omicidio, sulle tracce trovate sul Fiorino rubato da Feher e poi abbandonato a lato di una strada a Molinella.

(Immagine: Ansa / Carabinieri)