Lavanderia Papa Francesco
|

Papa Francesco regala una lavanderia ai poveri: da oggi in funzione

L’hanno subito battezzata la “Lavanderia di Papa Francesco”. Il pontefice ha voluto organizzare un sevizio gratuito rivolto specialmente alle persone che non hanno un tetto sulla testa che, da oggi, potranno utilizzare sei lavatrici, sei asciugatrici e sei ferri da stiro di ultima generazione per poter dare una rinfrescata ai propri indumenti e alle coperte che, molte volte, rappresentano l’unico riparo dalle intemperie per chi vive in strada.

L’iniziativa è stata presentata da una nota di mons. Konrad Krajewski, coordinatore dell’Elimosineria apostolica, che sottolinea come questo gesto “dia forma concreta alla carità, restituisca dignità a tante persone e crei un modello di città affidabile”. La lavanderia sarà collocata all’interno del Centro “Genti per la pace”, che si trova a Roma in via San Gallicano, gestito dalla Comunità di Sant’Egidio. Nei prossimi mesi, presso questo stesso centro, verranno aggiunti alla lavanderia anche altri servizi essenziali per la cura della persona. 

LE ALTRE INIZIATIVE SIMILI ALLA LAVANDERIA DI PAPA FRANCESCO

Non si tratta di una novità: già negli anni passati Papa Francesco aveva dato prove concrete di carità nei confronti dei senzatetto inaugurando, sotto il colonnato di piazza San Pietro, una barberia e delle docce realizzate grazie ai tecnici del Governatorato della Città del Vaticano. Due anni fa, nel febbraio del 2015, era stato distribuito anche un kit di asciugamani e di prodotti da bagno per le persone che vivono in strada.

LEGGI ANCHE: “Il Papa mette a disposizione dei clochard auto del Vaticano, dormitori e sacchi a pelo”

Sia questi interventi, sia la realizzazione della Lavanderia di Papa Francesco sono stati resi possibili dagli interventi di importanti ditte che producono elettrodomestici e beni per la cura della persona, che hanno donato strumenti e accessori. I senzatetto di Roma, intanto, ringraziano e si mostrano riconoscenti per questa e per le altre iniziative. Il pontefice, con queste piccole azioni concrete, ha voluto mettere in pratica quanto sottolineato più volte durante gli incontri nell’ambito del Giubileo della Misericordia che si è concluso a novembre del 2016.

(FOTO: ANSA/ GIUSEPPE LAMI)