Imu, quanto si paga casa per casa

26/03/2012 - di

La tassa sulla casa del governo Monti

Imu, quanto si paga casa per casa

Metabolizzato l’aumento dei prelievi in busta paga, tra pochi mesi molti cittadini dovranno fare i conti con un nuovo salasso: scatta da giugno la reintroduzione dell’Imu sulla prima casa (Imposta municipale unica), che servirà a garantire l’autonomia finanziaria dei comuni.

Leggi anche:
Busta paga più leggera a marzo, ecco perché

Le nuove tasse di Monti

I MOLTIPLICATORI – In molti casi più severa della vecchia Ici, visto che sono stati rivisti i moltiplicatori delle rendite su cui calcolare la base imponibile catastale. La manovra salva-Italia del dicembre scorso ha fissato le aliquote base per l’imposta: si tratta dello 0,4% per le abitazioni principali e dello 0,76% per gli altri immobili, ma i comuni possono aumentare o diminuire il prelievo del due per mille sulle prime case e del tre per mille sulle seconde abitazioni. Uno schema del Sole 24 Ore aiuta a capire quanto si pagherà, casa per casa:

LA DETRAZIONE - Entro il 20 giugno, quindi, tutti i proprietari di case dovranno pagare la prima rata: ad addolcire un po’ la pillola, la detrazione prevista dal salvaItalia di 200 euro sul primo immobile. E, per il biennio 2012-2013 è prevista anche una detrazione di 50 euro per ogni figlio che abbia meno di 27 anni, purché ovviamente risieda nella casa in questione. E proprio sul fronte della tassa sulla casa sempre La Stampa parla della “super-Imu” per gli anziani ricoverati “a vita” nelle case di riposo e nelle residenze pubbliche.

Leggi anche:
Le dieci tasse che aumentano con Monti

Fisco, così cambiano le tasse con Monti

LA SUPER IMU – “Come conseguenza dell’articolo 13 del decreto ‘Salva Italia’, infatti, se il ricovero e’ permanente il tributo per il 2012 deve essere calcolato come per la seconda casa. Ossia quasi il doppio: 7,6 per mille contro il 4 dovuto per l’abitazione principale. A svelare la beffa e’ lo Spi Cgil, il sindacato pensionati che ha analizzato bene la norma, dove genericamente e’ stabilito che anche chi sia in possesso di una sola abitazione ma abbia la residenza altrove su quell’unico immobile in suo possesso deve comunque pagare l’imposta nella versione maxi prevista per la seconda casa. Questo, spiegano al sindacato, e’ appunto il caso dei non pochi anziani che possiedono una sola casa ma risiedono in via permanente in case di riposo private o in strutture residenziali socio-assistenziali pubbliche. Risultato: a giugno per circa 300mila anziani ricoverati in via permanente arrivera’ una stangata di parecchie migliaia di euro se il governo non si affretterà a correre ai ripari, o con una norma ad hoc o con una circolare interpretativa. Sulla base delle prime indiscrezioni sulle addizionali comunali Imu la stangata per gli anziani in ricovero permanente potrebbe aggirarsi tra i 1.500 e i 2.000 euro, aggiuntivi rispetto a quello che si sarebbe dovuto pagare se l’imposta fosse stata calcolata sulla prima casa.

4 Commenti

  1. alessandra scrive:

    parlate al Governo, meno tasse no ici sulla prima casa e lasciare le aliquote sulla seconda ma basse. questi non ci aumentano neppure lo stipendio, son pazzi, fete qualcosa.

  2. donato amoruso scrive:

    questi ladroni non si rendono conto della provocazione che stanno attuando! penso che non è più il tempo che se al popolo manca la dignità perche questo stà succedendo non avendo la libertà di sciegliere ma l’imposizione solo di pagare tutto quello che gli specialisti (così chiamati )ci propinano……..Tiro in ballo una famosa frase di una sovrana : se non hanno il pane dategli le briosc poi si è visto come è finita ci vuole un po di coraggio rinuncando tutti a que poco che ci è rimasto e ribaltarli tutti questi parassiti irresponsabili pieni di privilegi intoccabili appoggiati dalla farsa del burattinaio(Monti per chi non avesse capito il riferimento) messo apposta per fare tutto ciò insieme auna massa di mafiosi che la prima cosa che hanno fatto è salvare i loro interessi da Banchieri quali sono naturalmente quì non c’è conflitto d’interessi? se fosse stato il Berlusca sarebbe già caduto il mondo….mi fermo a questo poichè andando avanti potrei dire solo cattiverie pensando sono sicuro il90% degli italiani(fino a quando non ci vorrete togliere anche queso modo si sentirsi comunque…………

  3. ugo scrive:

    un altro passo verso il punto di non ritorno della crisi. Nessuno (la maggior parte delle persone, quelle che vivono del proprio lavoro e pagano, inesorabilmente, tutte le tasse) si azzarda a riprendere i consumi; gli stipendi -chi ce l’ha ancora- sono gli stessi di molti anni prima della crisi, i prezzi e il costo della vita li conosciamo bene da quando siamo entrati nell’eurozona, con 100 euro (cento!) oggi non si fanno 55 litri di benzina. E’ questa la via di Monti? e allora benvenuta IMU, benvenute anche tutte le altre tasse che ci riporteranno alla preistoria e alla lotta per la sopravvivenza. Abbiate paura, mentre continuate a incentivare industriali che vanno a produrre all’estero in paesi con manodopera a basso costo -grazie alla mancanza di norme di sicurezza e di rispetto per la vita dei lavoratori-, rivendendo in italia a prezzi straordinariamente alti, e creando disoccupazione e povertà in casa nostra. E i sindacati stanno a guardare. Produrre la ricchezza di pochi, anche di questi tempi, a scapito della povertà di molti. Nessun mutuo soccorso, ognuno per sè, come prima, più di prima. Grazie tante. E noi lavoreremo, lavoreremo fino a che non saremo ammazzati da un cancro della terza età o da un infarto o suicidi. No, per noi nessuna pensione d’oro dopo aver fatto un cazzo, del resto nessuno con una morale la vorrebbe. Una pensione d’oro dopo aver già parassitato e rubato il patrimonio degli Italiani che lavorano fino allo stremo per pagare i parlamentari e la politica, così come pagano gli stipendi d’oro dei manager pubblici e i finanziamenti ai partiti, e al cinema ed alla televisione di stato spazzatura(il vero cinema si finanzia da solo). Anche ai Borboni stava bene tenere i sudditi nell’ignoranza. Da andarne fieri. Bella furbata mettersi in politica o sfruttarla per non lavorare e fottere impuniti (non legalmente, ma impuniti) il prossimo. Non potrà durare, questo è certo, è fisiologico. Come un cancro che uccide il corpo che lo ospita.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Ultime Notizie

Cesena Empoli

Cesena-Empoli, Serie A: ecco come vederla in streaming

16:58 Cesena-Empoli streaming radio della partita di Serie A di tra i gli uomini di Bisoli ed i toscani prevista sabato alle ore 18 in casa del Cesena, reduce dalla sconfitta per tre a zero a all’Olimpico contro la Lazio allenata da Andrea CONTINUA

SAMSUNG

Bre-Be-Mi, un viaggio nell’autostrada deserta

15:43 Reportage: Giornalettismo ha percorso l'autostrada inaugurata lo scorso 22 luglio ma che non viene usata dagli utenti sia per la mancanza d'infrastrutture di raccordo sia per il costo del pedaggio, più alto rispetto all'autostrada A4 che dovrebbe essere sostituita dal nuovo tracciato realizzato in project financing con il contributo della Cassa Depositi e Prestiti, della Bei e da Banca Intesa CONTINUA