potere d'acquisto
|

Istat, aumenta il potere d’acquisto delle famiglie: miglior rialzo dal 2001

Qualche segnale incoraggiante sulla via della ripresa economica. Stando a dati Istat resi noti oggi il potere d’acquisto delle famiglie italiane nel 2016 è aumentato dell’1,6%, rialzo maggiore dal 2001, ovvero da quindici anni. È stato però registrato un calo dello 0,9% nell’ultimo trimestre dell’anno, su base congiunturale.

DATI ISTAT, AUMENTA IL POTERE D’ACQUISTO

Per quanto riguarda lo scorso anno l’Istat segna lo stesso aumento anche per il reddito disponibile delle famiglie, in aumento dell’1,6% sul 2015. Si tratta dell’incremento più forte dal 2011. Ma come il potere d’acquisto (reddito reale) l’indice scende su base trimestrale (-0,6%). Tirando le fila dell’anno, sono salite sia la ricchezza nominale che quella depurata dall’inflazione, grazie a prezzi piatti. In finale d’anno (nel quarto trimestre 2016 sul quarto trimestre 2015) diminuiscono però sia reddito disponibile che potere d’acquisto: i consumi invece crescono a danno della propensione a mettere da parte (che risulta in decisa contrazione).

 

LEGGI ANCHE > Dati Istat, aumenta l’occupazione. Ma soprattutto tra gli over 50 (per effetto della Fornero

 

 

DATI ISTAT, AUMENTA LA SPESA PER CONSUMI FINALI

È salita ancora intanto nel 2016 anche la spesa per consumi finali delle famiglie, per il terzo anno consecutivo, registrando un rialzo dell’1,3%. Rispetto al 2015 c’è un lieve rallentamento (era cresciuta dell’1,5%). Un rialzo anche nell’ultimo trimestre del 2016 con un incremento congiunturale dello 0,5%.

(Foto: ANSA / GIORGIO BENVENUTI)

TAG: Istat