Report Coca Cola
|

Come Coca-Cola si è difesa su Twitter dalle accuse di Report

Coca-Cola si è difesa su Twitter dalle diverse critiche effettuate da Report. La trasmissione di Rai 3 è stata dedicata alla multinazionale, che ha nella bevanda gassata più bevuta al mondo il suo prodotto di punta.

Report Coca Cola
Screenshot di Facebook

Coca-Cola Italia ha risposto su Twitter quasi punto su punto alle accuse di Report, sotto l’hashtag #nulladanascondere diventato presto trending topic sul social media. La puntata di Report è iniziata con un servizio dal Messico, in un paese dove la bevanda è imbottigliata, e dove gli abitanti la bevono in grandi quantità. Sono stati citati diversi problemi alla salute provocati dall’eccesso di consumo della Coca-Cola, che poi sono stati illustrati successivamente in un ulteriore servizio dove sono stati intervistati alcuni esperti.

 

Report Coca Cola
Screenshot di Twitter

Coca-Cola ha iniziato la sua difesa su Twitter evidenziando la sostenibilità ambientale della sua produzione: l’acqua utilizzata per la produzione della bibita è reintegrata al 100% nell’ambiente. Una risposta alla critica di Report in merito alle grandi quantità utilizzate per la produzione della bibita, e il basso pagamento per il servizio idrico.

 

Report Coca Cola
Screenshot di Twitter

Quando Report ha parlato dello stabilimento siciliano dove sono spremute le arance della Fanta, Coca-Cola ha precisato di utilizzare solo agrumi italiani per la produzione della sua seconda bibita più venduta.

Ogni stagione, The Coca-Cola Company avvia contratti di acquisto di succo con i fornitori italiani. Negli anni, il succo di arancia è stato acquistato sia da fornitori siciliani sia calabresi, anche se la maggior parte del succo è sempre stata acquistata da fornitori siciliani, con un volume annuo minimo dalla Calabria. Dal 2013, anno di chiusura dell’unico impianto calabrese, collocato a Rosarno, con cui l’azienda aveva contatti commerciali, acquistiamo il concentrato per i nostri prodotti solo da fornitori siciliani (Agrumi Gel S.r.l, Citrofood S.r.l., Ortogel S.p.a, Fratelli Branca S.r.l. and Agrumaria Corleone S.p.A.).

Al rilievo di Report sul fatto che Coca-Cola non abbia utili per evitare di pagare le imposte in Italia, al fine di sfruttare la minor imposizione fiscale prevista in altri Paesi europei, il profilo Twitter dell’azienda ha rimarcato di aver un impatto occupazionale pari a 26 mila lavoratori, circa lo 0,1% della forza lavoro complessiva del nostro Paese.

Report Coca Cola
Screenshot di Twitter

Questa cifra compre i 2 mila occupati direttamente da Coca-Cola Italia, e il rilevante indotto che vale circa 24 mila lavoratori. L’azienda ha poi evidenziato come la sua fondazione abbia reinvestito oltre 3 milioni di euro per sostenere progetti delle comunità italiane. Alle critiche di Report sull’impatto sulla salute Coca-Cola ha precisato come in Italia siano commercializzati 26 prodotti della multinazionale americana e il 60% è a ridotto, basso o nullo contenuto calorico.

Report Coca Cola
Screenshot di Twitter

Coca-Cola ha ribadito come nel 2017 siano stati introdotti sul mercato quattro nuove bibite a basso contenuto energetico, : Coca-Cola Life con il 50% di calorie in meno con zucchero ed estratto di stevia, Coca-Cola Zero Zuccheri Zero Calorie, Coca-Cola Gusto Limone Zero Zuccheri Zero Calorie e Sprite, che ha il 75% di calorie in meno rispetto alla sua versione precedente.

Report Coca Cola
Screenshot di Twitter

Uno degli ultimi tweet è stata un’ironica lamentela per il mancato invio di una cartolina da parte di Report.

Report Coca Cola
Screenshot di Twitter

TAG: Coca Cola