san pietroburgo esplosioni
|

Attentato alla metro di San Pietroburgo. Dieci morti, oltre 40 feriti | FOTO | VIDEO

Finora è di 10 morti e 47 feriti il bilancio dell’attentato alla metro di San Pietroburgo. Trovato un secondo ordigno inesploso e identificato il presunto attentatore.

ore 17.38 Attentato San Pietroburgo, incerta origine matrice

In assenza di rivendicazioni non è chiaro ancora quale sia la matrice dell’attentato: si indaga sui ribelli ceceni o del Daghestan o anche Isis. Un elemento però pare sicuro. Hanno attaccato la città del presidente Vladimir Putin, che dal 30 settembre 2015 ha schierato le sue truppe in Siria al fianco di quelle del regime di Damasco. Questo il volto del sospettato secondo gli inquirenti:

attentato san pietroburgo

Tutte le stazioni della metro sono ancora chiuse e resteranno tali fino a quando non sarà completata l’ispezione di ogni fermata. Probabilmente apriranno solo domani

ore 17.38 Attentato San Pietroburgo, il macchinista non si è fermato (e ha fatto bene)

Per il Comitato investigativo russo, il macchinista del treno della metropolitana di San Pietroburgo colpito da un’esplosione ha agito correttamente, scegliendo di non fermare il convoglio e proseguendo così alla successiva stazione. Secondo quannto riporta Kommersant, che cita una dichiarazione del Comitato, il conducente “ha agito in modo competente”. Perché? Perché all’arrivo della stazione successiva il treno è stato evacuato e le vittime sono state soccorse più in fretta.

ore 17.20 Attentato San Pietroburgo, le parole di Gentiloni

“Sgomento per l’attentato nella metro. Solidarietà alle famiglie delle vittime. Italia vicina a governo e popolo russo”. Lo scrive su twitter il premier Paolo Gentiloni.

ore 17.05 Attentato San Pietroburgo, il bilancio per il ministero della Salute

Il ministero della Salute russo ha fornito un nuovo bilancio delle vittime dell’esplosione nella metropolitana di San Pietroburgo, secondo cui 10 persone sono morte e 47 sono rimaste ferite ferite. Lo ha riferito l’agenzia di stampa Interfax, poco dopo che il Comitato antiterrorismo nazionale (Nac) aveva parlato di nove morti e oltre 20 feriti, alcuni dei quali in condizioni gravi.

ore 16.30 Attentato San Pietroburgo, filmato attentatore

La persona che si sospetta abbia piazzato l’ordigno nel vagone della metro esploso a San Pietroburgo sarebbe stata filmata dalle telecamere interne. A riferilo è l’agenzia Interfax. Secondo altre fonti, la bomba sarebbe stata installata in una ventiquattrore.

ore 16.15 Attentato San Pietroburgo, il bilancio

Il governatore di San Pietroburgo ha rivisto il bilancio portandolo a 10 morti e 20 feriti. Lo riferisce la Tass. Interfax, citando autorità locali, parla di 25 feriti ricoverati negli ospedali della città, tra cui un bambino. L’hashtag #prayforstpetersburg sta diventando trending su Twitter.

LEGGI ANCHE: Attentato San Pietroburgo: tutti gli attacchi terroristici in Russia dal 2000 a oggi

ore 15.43 Attentato San Pietroburgo, per la procura è attentato

La procura generale russa parla esplicitamente di attentato. Finora il bilancio è di 10 morti e 50 feriti. Il sindaco di Mosca ha potenziato il livello di allerta nelle stazioni metro e treni. Il portavoce della procura generale Aleksandr Kurennoi:

“I procuratori faranno tutto il possibile per precisare tutti i particolari che riguardano questo attentato affinché niente del genere succeda in futuro”

ore 15.43 Attentato San Pietroburgo, Mogherini «Nostri pensieri con tutta la popolazione della Russia»

I «nostri pensieri» sono con «tutta la popolazione della Russia». Queste le parole dell’Alto rappresentante dell’Unione europea per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Federica Mogherini, oggi pomeriggio sul suo account Twitter.

«Seguiamo le notizie che giungono da San Pietroburgo, con tutti i ministri degli Esteri dell’Ue. I nostri pensieri – scrive – sono con tutta la popolazione della Russia». Secondo quanto riporta una fonte dell’agenzia di stampa “Ria Novosti”, sarebbero almeno 20 le vittime delle due esplosioni di oggi nella metropolitana di San Pietroburgo.

ore 15.34 Attentato San Pietroburgo: parla Putin

«Le cause delle esplosioni – spiega Putin – non sono chiare, per questo è presto parlarne ora. Sarà l’inchiesta a determinarle». Il presidente russo parla a margine nel suo incontro a Strelna, a poca distanza da San Pietroburgo, con il presidente della Bielorussia Aleksandr Lukashenko, secondo quanto riporta l’agenzia di stampa Tass. Al momento, gli inquirenti stanno considerando diverse piste, inclusa quelle legate al terrorismo.

ore 15.26 San Pietroburgo: trovato ordigno inesploso a Ploshchad Vosstaniya

Un ordigno inesploso è stato rinvenuto in un’altra stazione della metro di San Pietroburgo, quella di Ploshchad Vosstaniya. A riferirlo Interfax.

ore 15.10 Attentato San Pietroburgo: esplosione avvenuta tra due stazioni metro

L’esplosione si è verificata nel tunnel tra due stazioni. A precisarlo è l’antiterrorismo russo citato dalla Tass. La deflagrazione è avvenuta tra la fermata di Sennaya e quella del Tekhnologichesky Institut. Per questo il fumo ha avvolto entrambe le stazioni.

GUARDA ANCHE > Esplosioni nella metro di San Pietroburgo, carrozza sventrata | VIDEO

ore 15.06 Attentato San Pietroburgo: Il comunicato della Nak

Il Comitato nazionale antiterrorismo (Nak) della Russia ha emesso un comunicato stampa su quanto accaduto oggi nella metropolitana di San Pietroburgo.

“Oggi, circa alle 14:40 (13:40 italiane) su un treno lungo il tratto della stazione della metropolitana Tekhnologhicheskij Institut e Sennaja ploshad a San Pietroburgo è avvenuta l’esplosione di un ordigno sconosciuto. Ci sono morti e feriti. Come ordinato dal direttore del Nak il comando operativo sulla scena ha indirizzato forze e mezzi delle unità del Servizio di sicurezza federale, del ministero dell’Interno e del ministero delle Situazioni di emergenza per lo sgombero e l’assistenza alle vittime. Il personale operativo ha coordinato le attività delle forze di primo intervento, di sicurezza e di applicazione di legge per prevenire il ripetersi di possibili esplosioni, per l’organizzazione delle complesse operazioni di di ricerca. Il luogo dell’accaduto e’ esaminato da artificieri dell’Fsb”.

Intanto il conto delle vittime, secondo fonti di “Ria Novosti”, sarebbe già salito a 30.

LEGGI ANCHE: Russia-Bielorussia, incontro tra Putin e Lukashenko: il primo dopo la crisi sul gas

 

ore 15.04 Attentato San Pietroburgo: chiuse tutte le stazioni metro

Tutte le stazioni della metropolitana di San Pietroburgo sono state chiuse. È quanto fa sapere l’ufficio stampa della metro stessa.
ore 14.56

Attentato San Pietroburgo: tra i feriti diversi bambini

Tra i feriti colpiti dalle esplosioni ci sarebbero diversi minori. Lo riferisce Interfax. I feriti sono stati colpiti, secondo i media, dagli oggetti contundenti presumibilmente contenuti nell’ordigno esploso.

ore 14.51 San Pietroburgo esplosioni in metro: chiuse 7 stazioni

Sette stazioni della metropolitana di San Pietroburgo sono state chiuse a seguito dell’esplosione avvenuta oggi che ha fatto almeno 10 morti. Lo rende noto il servizio stampa della metro precisando che le stazioni chiuse sono quelle di Park Pobedy, Elektrosila, Moskovskiye Vorota, Frunzenskaya, Tekhnologichesky Institut, Sennaya Ploshchad e Gostiny Dvor. Si conterebbero 50 feriti.

guarda il video:

A causare le esplosioni nella metro di San Pietroburgo sono stati degli ordigni artigianali con circa 200-300 grammi di tritolo: lo sostiene l’agenzia Interfax citando proprie fonti. Le stazioni della metropolitana coinvolte sarebbero quelle di Sennaya Ploshad e Teknologhiceskij Institut. Secondo l’agenzia Fontanka, una delle due esplosioni e’ avvenuta su un vagone centrale del treno che arrivava a Teknologhiceskij Institut da Sennaya Ploshad.

(foto copertina Эхо Москвы‏Account verificato @EchoMskRu)