federer
|

Tennis, Federer trionfa a Miami. Ma quante polemiche sui suoi “ultrà”

L’atto 37 dell’eterno binomio Roger Federer-Rafa Nadal si è consumato a Crandon Park, nel Miami Open 2017. Lo svizzero ha vinto il suo terzo titolo dell’anno, dopo i successi all’Australian Open e a Indian Wells. Il match contro lo spagnolo, terminato in due set (6-3 6-4), ha aggiunto numeri e lustro a una seconda giovinezza di Re Roger, iniziata dopo l’infortunio che lo aveva tenuto lontano dai campi di gioco nel 2016. A 36 anni, Federer ritorna al quarto posto del ranking ATP, vince il suo  26° Masters 1000 in carriera e batte per la terza volta consecutiva l’eterno rivale Nadal.

Ma sulla favola del ritorno del giocatore più amato dagli appassionati di tutto il mondo cala l’ombra del tifo di quelli che possono essere definiti “ultrà” della racchetta. Una cosa piuttosto insolita nel tennis, dove il pubblico rispetta i giocatori in campo, accompagna i loro scambi con il silenzio e applaude sportivamente il gesto tecnico pregevole.

TIFOSI SCATENATI DURANTE I MATCH DI FEDERER

Durante il Miami Open 2017, il pubblico del centrale di Key Biscane si è reso protagonista di episodi che, all’unanimità, sono stati considerati estranei al mondo del tennis. Sia nei quarti di finale contro il ceco Tomas Berdych, sia nella sfida di semifinale contro Nick Kyrgios, infatti, Federer ha potuto approfittare di un tifo a senso unico e decisamente parziale. Ogni doppio fallo dell’avversario veniva salutato con un boato dello stadio, ogni colpo dello svizzero veniva esaltato come se fosse quello decisivo.

Clamoroso, poi, quello che è successo durante la verifica dell’occhio di falco su un colpo di Kyrgios. I quasi 10mila spettatori del Crandon Park si sono messi a ritmare – quasi fosse un mantra – il coro “out, out, out”, mostrando in maniera sfacciata da che parte si fossero schierati. Probabilmente, un Roger Federer che sembra avere una condizione fisica e una condotta di gioco degna di quella degli anni migliori avrebbe vinto lo stesso, anche senza il supporto esagerato del pubblico sugli spalti. Ma la vicenda ha fatto storcere il naso a diversi cultori del tennis, anche ai grandi tifosi dello svizzero.

Ieri, durante la finale contro Nadal, non si è vista la stessa parzialità del pubblico, complice anche la grande stima di cui lo spagnolo gode in giro per il mondo. Nadal è l’altro mito del tennis, quello amato – al pari di Federer – dagli appassionati di tutto il mondo: altri episodi da curva di uno stadio da calcio, insomma, sarebbero stati considerati come veri e propri atti di lesa maestà. Le polemiche sui social media e sulla stampa internazionale proveranno a mettere un argine a questo fenomeno e a impedirne il dilagare nel corso dei prossimi tornei.

LEGGI ANCHE > Roger Federer: finale all’Australian Open 2017!

FEDERER RINUNCIA AGLI INTERNAZIONALI DI ROMA?

Una cosa, dopo le dichiarazioni di Federer nel post-match di ieri, sembra essere ormai certa: il pubblico di Roma non potrà fare il tifo per lo svizzero. Il trionfatore del Miami Open 2017, infatti, ha detto che dovrebbe risparmiarsi in vista del Roland Garros. Gli Internazionali d’Italia, in programma a maggio, dunque, potrebbero dover fare a meno di uno dei protagonisti più attesi. E – se la cosa fosse confermata – i tifosi dovranno scegliersi un nuovo beniamino.

(foto copertina Patrick Farrell/Miami Herald/TNS/ABACAPRESS.COM)