|

Le dieci storie d’amore più difficili di sempre

Neatorama ci presenta dieci storie d’amore sopravvissute alla storia.

1 – ANTONIO E CLEOPATRA – Antonio incontrò la regina Cleopatra  a Tarso nel 41 a.C. e la seguì ad Alessandria, dove rimase con lei, diventata la sua amante, fino all’anno successivo. Nel 38 a.C. Antonio tornò ad Alessandria d’Egitto per incontrare di nuovo Cleopatra, che nel frattempo aveva avuto due gemelli. Con l’aiuto delle finanze egiziane Antonio raccolse un esercito e partì per la campagna contro i Parti, campagna che studiava già da anni. L’esito fu disastroso: dopo aver subito varie sconfitte Antonio perse quasi tutti gli uomini durante la ritirata attraverso l’Armenia. Nel frattempo a Roma, dopo l’allontanamento di Lepido, Ottaviano, rimasto solo al potere, iniziò ad attirare dalla sua parte l’aristocrazia tradizionalista romana. Cominciò ad alienare le simpatie dei sostenitori di Antonio, accusandolo di immoralità per aver abbandonato la moglie ed i figli per la relazione con la regina d’Egitto, Cleopatra. Nonostante ripetuti inviti rivolti ad Antonio perché tornasse in patria, egli rimase ad Alessandria con Cleopatra, dalla quale ebbe un altro figlio. Dopo la conquista dell’Armenia, nel 34 a.C., condotta da Antonio con il contributo finanziario egiziano, entrambi celebrarono il trionfo ad Alessandria. Cleopatra ebbe il titolo di “regina dei re”, fu associata nel culto a Iside e nominata reggente dell’Egitto e di Cipro con Cesarione, dichiarato figlio ed erede di Cesare.  La politica di Cleopatra ed Antonio favorì la reazione di Ottaviano, che accusò la regina di minare il predominio di Roma e convinse i Romani a dichiarare guerra all’Egitto. Il 2 settembre 31 a.C. le forze navali romane si scontrarono con quelle di Antonio e Cleopatra nella battaglia di Azio. Visto che la battaglia era persa la regina riparò ad Alessandria con parte della flotta, seguita da Antonio. Il giorno 1 agosto del 30 a.C. Ottaviano invase l’Egitto ed entrò nella capitale. Non avendo vie di scampo, Antonio si suicidò. Pochi giorni più tardi, Cleopatra ne seguì l’esempio.

Leggi anche:
Il reality delle donne in carrozzina
Il medico che trapianta organi infetti