Video pubblicato sul web «per scherno», indagato il partner della 19enne di Pozzuoli

video ragazza pozzuoli

Il ragazzo è accusato di violazione della privacy

C’è un indagato nel caso del filmato hot di una ragazza di 19 anni di Pozzuoli (in provincia di Napoli) pubblicato su Internet senza il consenso di lei. Si tratta del partner della giovane, uno studente universitario di 22 anni, il ragazzo che insieme a lei compare nel video. A pochi giorni dallo scoppio del caso, a fine settembre, il 22enne ipotizzò un’intromissione abusiva nel suo smartphone.

 

LEGGI ANCHE > Messina, incidente traghetto Sansovino: tre morti e tre feriti, uno in gravi condizioni

 

VIDEO RAGAZZA POZZUOLI, INDAGATO IL PARTNER

Ora gli viene contestato il reato di violazione della privacy ai fini dello scherno e della derisione. Lo racconta oggi Viviana Lanza sul quotidiano Il Mattino:

Dalle indagini è emerso che sarebbe stato il giovane studente, con il suo telefono, a inviare ad alcuni amici il video che lo ritraeva in momenti di intimità con la 19enne che frequentava in quel periodo. Lo avrebbe fatto per gioco, per riderne o vantarsi. Lo ha fatto, sostiene l’accusa, senza il consenso di lei e quindi violando la privacy della sua compagna.
Assistito dagli avvocati Luigi e Mario Tuccillo, lo studente potrà difendersi e chiarire la sua posizione. Già nei mesi scorsi, quando il caso salì alla ribalta delle cronache, tenne a precisare di essere «profondamente amareggiato», che la ragazza «era consenziente» e d’accordo sia al rapporto sessuale sia alle riprese con il telefonino, di aver saputo che il video circolava sulla rete da alcuni amici e di non essere stato lui a diffonderlo in Internet, ritenendosi piuttosto parte offesa in questa vicenda esplosa subito dopo il caso di Tiziana Cantone, la 31enne di Casalnuovo che appena due settimane prima si era tolta la vita impiccandosi in casa non sopportando più la gogna mediatica per la viralità con cui un suo video hot girava sulla Rete.

Il video della 19enne di Pozzuoli nei mesi scorsi, dopo la pubblicazione sul web, era rapidamente rimbalzato da smartphone a smartphone, ed erano emersi sempre maggiori dettagli sull’identita della protagonista. La ragazza si è trovata al centro di un’attenzione non voluta, ha vissuto un periodo di enorme disagio, decidendo di rinchiudersi in casa per sfuggire a commenti e offese.

(Foto di Sebastian Widmann da archivio Ansa)