Muore d’infarto sul treno mentre cerca «attacco cardiaco» su Google

ricerca google

la tragedia a bordo dell'intercity che da Milano era diretto a La Spezia

Invece di chiedere subito aiuto al numero di emergenza 118 aveva provato a capire cosa gli stesse accadendo cercando la parola «attacco cardiaco» sul motore di ricerca. Ma inutilmente. L’uomo, cinquantenne, un passeggero del treno Milano-La Spezia, non ha avuto scampo: è stato stroncato probabilmente da un infarto. Racconta oggi Repubblica Genova:

Si sente male a bordo del treno da Milano alla Spezia ma invece di chiedere aiuto telefonando subito al 118, ha cercato di decifrare il sintomo del malore avviando una ricerca su Google col cellulare. Il malore, probabilmente un infarto, non gli ha lasciato scampo: l’uomo ha perso i sensi ed è morto a Camogli. Vittima un cinquantenne di Isola Vicentina (Vicenza). Inutili i tentativi di rianimare l’uomo del capotreno, che gli ha praticato il massaggio cardiaco, e di un medico che viaggiava sullo stesso treno. Quando a bordo del convoglio è giunto il medico e gli operatori del 118 il passeggero era già morto. Sono stati proprio i primi soccorritori a rinvenire nelle mani del cinquantenne il cellulare con l’invio della ricerca delle parole “attacco cardiaco” sul motore di ricerca di Google.

(Foto di copertina da archivio Ansa)

Tag: