Genny ‘a carogna condannato per traffico internazionale di stupefacenti

Genny a carogna

L'uomo balzò alle cronache perché salì sulla balaustra dello stadio Olimpico indossando una maglietta con la scritta 'Speziale libero'

Gennaro De Tommaso, detto Genny ‘a carogna, ultrà della Curva A del Napoli, è stato condannato a 10 anni di carcere per traffico internazionale di sostanze stupefacenti dal gup di Napoli, con il rito abbreviato. De Tommaso divenne famoso perché la sera del 3 maggio 2014 salì sulla balaustra dello stadio Olimpico, indossando una maglietta con la scritta ‘Speziale libero’, prima della partita che il Napoli avrebbe dovuto disputare contro la Fiorentina all’Olimpico, mentre erano in corso gli scontri tra tifoserie nei quali fu ucciso Ciro Esposito nella zona di Tor di Quinto.

Leggi anche: Genny ‘a Carogna e Gastone: chi sono gli ultras che hanno fermato il calcio

GENNY ‘A CAROGNA E LA SCENA ALL’OLIMPICO

Per l’omicidio di Esposito fu poi arrestato Daniele De Santis. Dopo oltre un’ora di ritardo, la partita fu disputata e vinta dal Napoli. Per quei comportamenti e la maglietta che inneggiava alla scarcerazione del ragazzo catanese condannato per la morte dell’ispettore di polizia Filippo Raciti, Gennaro De Tommaso ebbe il Daspo, e fu allontanato dagli stadio per 4 anni. La Procura di Napoli aveva già avviato dal 2010 una inchiesta per un traffico di droga dall’Olanda che ha portato al suo arresto lo scorso anno. Questa mattina la condanna a 10 anni. La Dda, nella persona del pm Michele Del Prete, ne aveva chiesti 18.

(foto copertina ANSA/ STRINGER – FERARRI)

Tag: