«I 4 modi in cui il voto del 4 dicembre cambia l’Italia»

Matteo Renzi vittoria Sì

Cosa succede dopo il referendum costituzionale secondo il Financial Times

Un nuovo Governo tecnico, elezioni anticipate, un esecutivo Renzi 2.0 o un successo trionfale del Sì che lascerebbe dubbi sul proseguimento della legislatura. Il Financial Times ha tracciato i quattro scenari che si apriranno dopo il referendum costituzionale di domenica 4 dicembre.

COSA SUCCEDE DOPO IL REFERENDUM

Il referendum costituzionale del 4 dicembre potrebbe avere un impatto rilevante sull’eurozona, perché esiste un possibile rischio di instabilità politica per la terza economia dell’unione monetaria. Gli ultimi sondaggi, rimarca James Politi, corrispondente dall’Italia del Financial Times, lasciano poche speranze al fronte del Sì, sostenuto con forza dal presidente del Consiglio Matteo Renzi. Politi traccia quattro scenari per il FT, a seconda dei possibili risultati del referendum.

referendum-financial-times

    • 1. IL RIMEDIO TECNOCRATICO
      Il presidente Sergio Mattarella proverebbe a favorire la formazione di un governo tecnico, o politico, se Matteo Renzi dovesse onorare la sua promessa, poi parzialmente ritrattata, di dimettersi in caso di sconfitta al referendum costituzionale. Il mandato sarebbe limitato: il passaggio della legge di bilancio, rassicurare i mercati dopo il No, e riformare la legge elettorale. Il Financial Times rimarca come l’Italicum sia giudicato controverso per l’eccessivo premio di maggioranza garantito a chi vince il ballottaggio, timore che cresce per la possibile vittoria del Movimento 5 Stelle. I nomi circolati per il successore di Renzi sono Pier Carlo Padoan, Dario Franceschini e Pietro Grasso.


LEGGI ANCHE

Referendum costituzionale 2016: quando, come si vota e i sondaggi sulla riforma del Senato

  • 2. ELEZIONI ANTICIPATE
    Una sconfitta netta del Sì accelererebbe la strada verso le elezioni anticipate. I due partiti di opposizione più grandi, M5S e Lega, chiedono il ritorno al voto, e il PD potrebbe essere ostile a un nuovo governo tecnico dopo aver sostenuto tre presidenti del Consiglio senza un mandato elettorale, per evitare l’esplosione dei populisti. Il presidente Mattarella potrebbe esser costretto a sciogliere il Parlamento vista l’impossibilità di formare una maggioranza. Secondo il FT nuove elezioni nel 2017 sarebbero imprevedibili, con un possibile ritorno di Renzi al potere, così come sarebbero concrete le chance di un governo M5S o di una ripresa del centrodestra.
  • 3. RENZI 2.0
    Secondo il FT Renzi potrebbe ripensare alla sua promessa di dimettersi in caso di sconfitta, accettando di proseguire il suo Governo oppure accogliendo l’invito a formarne uno nuovo. James Politi rimarca come Barack Obama aveva chiesto al presidente del Consiglio di rimanere a Palazzo Chigi anche in caso di sconfitta. Renzi potrebbe esserne tentato, così come rifuggirne vista la crescita della sua persona impopolarità che una simile scelte comporterebbe.
  • 4. IL TRIONFO DI RENZI
    Il trionfo di Renzi è una possibilità valutata dal Financial Times, che la ritiene meno probabile ma non impossibile. Un successo del leader PD non stabilizzerebbe però il sistema politico. Il problema bancario rimarrebbe in tutta la sua gravità, così come sarebbe necessario riformare la legge elettorale. Renzi però potrebbe esser tentato di capitalizzare il sorprendente successo alle urne in nuove elezioni anticipate.

Tag: ,