I single italiani sono i più attivi d’Europa nella ‘caccia’ al partner: boom dei servizi di dating

single

Lo rivela un report del Centre for Economics and Business Research commissionato da Meetic

I single italiani sono i più attivi d’europa nella ricerca di un partner. Nel 2015 è stato infatti registrato un boom nel nostro Paese dei servizi di dating. È quanto rivela l’ultimo report del Centre for Economics and Business Research commissionato da Meetic, azienda attiva nel settore dei servizi di incontri (Meetic.it è uno dei principali siti web per la ricerca di un compagno).

 

LEGGI ANCHE > TFF34 Tutti i premi ufficiali e collaterali

 

SINGLE E ‘CACCIA’ AL PARTNER, ITALIANI PIÚ ATTIVI D’EUROPA

Dall’analisi emerge che i single italiani nel 2015 hanno speso ben 6,7 miliardi (due milioni in più del 2014) in regali, capi d’abbigliamento e occasioni di intrattenimento connesse all’attività di dating. Il report è stato svolto tramite un sondaggio tra i single di sei Paesi europei (Germania, Gran Bretagna, Italia, Francia, Spagna e Olanda) ed evidenzia che le attività connesse al dating rappresentano lo 0,4% della spesa totale dei consumatori. Gli italiani sarebbero i dater più attivi in Europa. In 8,9 milioni si sono messi alla ricerca di nuovi partner lo scorso anno.

SINGLE E ‘CACCIA’ AL PARTNER, IN ITALIA 230 MLN DI INCONTRI L’ANNO

Gli italiani, secondo l’analisi commissionata da Meetic, amano sempre più sorprendere la potenziale seconda metà con dei regali: la loro generosità arriva a registrare 81 euro spesi all’anno (cifra ben superiore ai 61 euro del 2014 e pari all’11% della spesa impiegata nelle attività di dating). Il 18% della spesa totale è rappresentato invece dall’abbigliamento (spesa media di 133 euro per single, dato a sua volta in crescita dai 115 euro dell’anno precedente). Rispetto alle singole occasioni d’incontro, la spesa è leggermente inferiore rispetto all’anno precedente: con 58 euro spesi contro i 60 euro rilevati nel 2014. Si registra un calo (del 4% annuo) anche per quanto concerne le attività di intrattenimento come cinema e concerti, ma anche bar e ristoranti. Diminuisce inoltre la spesa per contraccettivi (che perdono il 2%). Cresce però il numero di incontri (saliti a 230 milioni, +6% annuo, dai precedenti 217 milioni).

SINGLE E ‘CACCIA’ AL PARTNER, 33,9 MLN DI DATER IN EUROPA

Complessivamente nei sei Paesi oggetto di analisi, i dater attivi nel 2015 erano 33,9 milioni, numero maggiore dei 30,9 milioni rilevati nell’anno precedente. Il numero di incontri effettuato è anch’esso salito da 691 a 712 milioni. Alle spalle degli italiani ci sono i tedeschi, poi i singledi Francia e Spagna. Gli inglesi appaiono come i dater meno attivi nella ‘caccia’ di partner. Solamente l’8,9% dei britannici si è impegnato in questa direzione. In Italia invece ha dichiarato di aver fatto un incontro con un potenziale nuovo partner negli ultimi sei mesi il 17,6% della popolazione adulta.

(Foto da archivio Ansa. Credit: EPA / PIROSCHKA VAN DE WOUW)