Jacqueline Veyrac
|

Ritrovata Jacqueline Veyrac: milionaria sequestrata a Nizza

—-Aggiornamento—-

Jacqueline Veyrac, 76 anni, presidente del cda del Grand Hotel di Cannes, rapita lunedì, è stata ritrovata sulle colline di Nizza. «Si è liberata ed è andata da un vicino che ci ha chiamato», ha riportato una fonte investigativa a Le Figaro. L’ereditiera sarebbe «uscita da sola dal cofano di un’auto. Aveva qualche ferita, ma è viva.

IL SEQUESTRO DI JACQUELINE VEYRAC

Lei si chiama Jacqueline Veyrac, ha 76 anni, è miliardaria e ha subito già in passato un tentativo di sequestro. Stavolta però non ce l’ha fatta. I suoi rapitori l’hanno attesa nello stesso posto in cui nel 2013 tentarono di chiuderla, inutilmente, in un portabagagli. L’hanno attesa nel retro del Palace du Soleil (che lei possiede per intero), a Nizza. In due hanno aspettato che uscisse dalla farmacia all’angolo e l’hanno bloccata nel momento in cui stava per salire in auto. A Nizza, pieno giorno, davanti a testimoni. Le hanno coperto viso e testa e l’hanno caricata su una utilitaria bianca. E poi via: della signora Veyrac, proprietaria del Grand Hotel di Cannes e di gran parte di immobili di pregio sulla Costa Azzurra, non sa più nulla.

guarda la gallery: 

Il giallo della signora sta montando su tutti i media francesi. La polizia è riuscita a tener nascosto il sequestro per alcune ore. Invano. Perché non c’è nulla di certo anche se, si presume, si tratti di un sequestro dal riscatto milionario. Strano però. Perché i rapitori di Jacqueline Veyrac hanno preso contatto con il figlio Gerard nella giornata di ieri. A garantirlo è la legale di due dei figli della donna, Sophie Jonquet. Ma non ci sarebbe stata alcuna richiesta di denaro. Per ora, spiegano, “non c’è stato niente di nuovo”. Quanto ai figli, “sono disorientati e non faranno dichiarazioni”. Il Messaggero stamane parla del sequestro in un pezzo di Francesca Pierantozzi. Fa un ritratto della miliardaria:

La sua presenza all’Hotel era piuttosto discreta. «Al Grand Hotel viene raramente. L’ultima volta è stato per un cocktail al termine di una ristrutturazione – racconta Michel Chevillon, presidente del sindacato degli albergatori di Cannes –.È una signora come ce ne sono poche. Che sa organizzare ricevimenti importanti senza però essere mondana.
Una donna in forma, dinamica, simpatica, che non conduce in nessun modo la vita di una persona anziana». Lunedì, quando la postina del quartiere dei Musiciens a Nizza è entrata nella farmacia della rue Emilia gridando che avevano rapito
qualcuno, tutti hanno capito che si trattava di madame Veyrac. «È una donna di una gentilezza rara, la conosciamo tutti, speriamo non le facciano del male» piangeva ieri la farmacista, Marilla.

(foto copertina via Twitter)