Cosa è successo veramente tra i ragazzi di Roma Nord e Roma Sud a Piazza Cavour

Rissa Piazza Cavour

Rissa nella Piazza al centro della Capitale, luogo di aggregazione della Roma bene: la maxi lite è scoppiata venerdì scorso. Due minorenni feriti.

Prima gli insulti e le minacce, poi le bottigliate e le cascate, infine le lame, i coltelli. Il bilancio è di due feriti: le vittime hanno 16 e 17 anni, entrambi sono stati portati all’Ospedale Santo Spirito, il primo è stato ricoverato con una prognosi di 30 giorni a cause di ferite multiple da arma da taglio, il secondo se l’è cavata con 5 giorni. Tutto questo succede a Roma, più precisamente a Piazza Cavour, alle spalle del Palazzo di Giustizia. Venerdì scorso si è trasformata in un ring, e non è la prima volta: intorno alle 23 è partita una maxi rissa tra comitive di giovani e giovanissimi, se le sono date di santa ragione prima dell’arrivo delle forze dell’ordine. Per Repubblica è “Ricchi contro poveri”, per Il Messaggero lo scontro sarebbe tra Roma Nord e Roma Sud, derby che da goliardico confronto tra due anime della stessa città si sarebbe trasformato in un vero e proprio pestaggio.

LEGGI > Maccarese, un amichetto potrebbe aver spinto il piccolo Alessandro nel canale

«Io a Cavour non ci metterò mai più piede. Quelli torneranno a vendicarsi, ne sono sicura» racconta a Veronica Cursi sulla cronaca di Roma del Messaggero una testimone, 15 anni. L’alterco nascerebbe da una bomboletta di panna montata spruzzatale addosso da un altro ragazzo «mai visto prima» in piazza, con un borsello a tracolla:

«Sono tornata subito dalle mie amiche a raccontare cos’era successo. [...] Ci siamo avvicinate. Noi eravamo una decina, tutte ragazze quindicenni, loro invece saranno stati 6 o 7, erano di Roma Sud, si vedeva da come parlavano e da come erano vestiti, insomma erano un po’ coatti».

Poi parte uno sputo, ci sono delle spinte. Intervengono altri ragazzi:

«Vicino a noi c’era un gruppo di ragazzi di Roma Nord che ha visto la scena, [...] saranno stati una ventina, tutti più o meno della nostra età. Dicono che appartengono al Fronte della Gioventù ma non saprei. Ad ogni modo si sono avvicinati a quelli di Sud e li hanno imbruttiti. [...] E lì è stato un attimo».

La piazza infatti sarebbe negli ultimi tempi divisa tra ragazzi di Roma Sud piazzati sul lato sinistro e ragazzi di Roma Nord sul lato destro. Sul movente politico della maxi rissa Federica Angeli di Repubblica riporta due testimonianze contrastanti tra loro:

“Quelli che ieri sera hanno picchiato altri due, sono tornati qui poco fa (sono le 16 del pomeriggio, ndr), mi sa che cercano guai…”, dice il leader del gruppetto. “Sono sempre i soliti che ce l’hanno con quelli del Fronte della gioventù”, interviene l’unica ragazza del gruppo, ma viene subito fermata da un coetaneo. “Macché, noi non siamo del Fronte della gioventù, la politica non c’entra niente, è solo un gioco”, minimizza.

Sul caso indagano i carabinieri grazie anche ai tanti video degli impianti di videosorveglianza della zona.

Photocredit copertina Wikimedia Commons

 

Tag: ,