bengalese eroe
|

Roma, bengalese eroe: salva una donna che si era gettata nel Tevere

Si chiama Golan Hossain. Ha 30 anni. Ha una famiglia e un figlio ed è un venditore di grattachecche a Ponte Umberto, Roma.  È il bengalese eroe che ha salvato una donna di 31 anni che si era gettata nel Tevere, probabilmente per togliersi la vita. Lo racconta oggi Marco De Risi sul Messaggero:

Appena ha sentito il tonfo sordo di un corpo che cadeva nel Tevere, a ponte Umberto, si è precipitato sulla banchina. Ha seguito con lo sguardo la donna che annaspava in acqua, trascinata dalla corrente, fino a quando è sceso anche lui sul fiume per salvare lei che aveva deciso di uccidersi. Golan ha preso un grosso ramo, l’ha avvicinata fino a prenderla per il giaccone e trarla in salvo. Lei è un’albanese di 31 anni: non ricorda nulla del gesto che ha compiuto. Ora è ricoverata al Santo Spirito: si salverà grazie alla prontezza e al coraggio di Golan.
«Lavoro al chiosco delle grattachecche a due passi da ponte Umberto, vicino al Palazzaccio – racconta Golan – Lavoro la notte fino a tardi. Erano passate le undici di sera quando ho sentito qualcosa cadere nell’acqua, un impatto forte, come se qualcuno si fosse buttato dal ponte. Non ho perso tempo e mi sono affacciato dalla balaustra. Ho visto un corpo comparire e scomparire nel fiume. La corrente lo stava portando verso Castel Sant’Angelo. Ho corso tanto. In pochi secondi ero già sulla banchina. Seguivo quella donna con lo sguardo mentre pensavo a come salvarla».

BENGALESE EROE A ROMA

Golan avrebbe tirato la donna fuori dall’acqua afferrandola per il giaccone. Poi ha chiamato i soccorsi. Scrive ancora De Risi sul Messaggero:

Golan ha visto che il corpo veniva spinto dal flusso d’acqua verso un punto della banchina. «Ho preso un ramo – continua – mi sono sporto fino a bagnarmi e poi quella donna è venuta proprio dritta verso di me. Ho ringraziato Dio. L’ho afferrata per il giaccone e con tutte le mie forze l’ho portata fuori dall’acqua». Golan ha telefonato al 118: nel giro di pochi minuti un’ambulanza era sul posto.

(Foto di copertina: ANSA / MASSIMO PERCOSSI)